Roche cede gratis il farmaco che potrebbe combattere il Coronavirus

Roche annuncia la cessione gratuita del farmaco per l’artrite reumatoide, già usato in via sperimentale in Cina, e del proprio servizio di telemedicina per i pazienti con diabete.

Nel contempo sarà donato 1 milione di euro in dispositivi di protezione per medici e attrezzature perle terapie intensive. Con lo slogan ‘Roche si fa in 4’ il Gruppo avvia anche un’operazione di “volontariato di competenza” e della campagna ‘Stai a casa, leggi un libro’ rivolta ai giovani fino a 25 anni di Milano e Monza.

“Grazie all’ascolto di diversi  interlocutori, abbiamo individuato quattro aree di bisogno alle quali  vogliamo rispondere con interventi capillari su tutto il territorio”,  sottolinea il presidente e amministratore delegato di Roche Farma  Maurizio de Cicco che si fa portavoce anche dei colleghi di Roche  Diabetes Care e Roche Diagnostics. “Abbiamo ritenuto doveroso aderire all’invito del Presidente della Repubblica – afferma de Cicco – che ha raccomandato a tutti coesione assoluta e inderogabile impegno per fronteggiare  l’emergenza. Un’azienda come la nostra non può non rispondere  all’appello perché siamo parte integrante del sistema sanitario  nazionale, a servizio dei pazienti, degli operatori sanitari e di  tutto il Paese. Voglio cogliere l’occasione per testimoniare la nostra gratitudine ai medici tutti, agli infermieri, ai farmacisti, ai  volontari, a tutti coloro che sono in prima linea per affrontare e  superare una difficoltà che avrà il pregio di unirci ancora di più”.