Dopo la débâcle di ieri Lagarde fa dietrofront (e Gualtieri ”la elogia”)

Nella giornata di ieri la Presidente della Banca Centrale Europea (BCE), Christine Lagarde, si è resa protagonista di alcune dichiarazioni che hanno lasciato basita la quasi totalità dell’opinione pubblica italiana ed europea, con conseguenza disastrose per i mercati italiani, con Piazza Affari che ha chiuso al suo minimo storico (quasi -17).

In sostanza Christina Lagarde ha affermato, senza troppi giri di parole, di poter escludere qualsiasi intervento a favore dell’Italia per la riduzione dello spread (valore che in questi giorni si è alzato sensibilmente). Tali dichiarazioni, oltre a provocare lo sdegno della comunità economica italiana, hanno costretto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ad intervenire con un appello all’Europa, invitandola a non lasciare sola l’Italia e a mostrarsi unita e coesa.

Oggi, a poche ore dal disastro delle borse che hanno costretto la stessa Lagarde a ritrattare parzialmente le proprie dichiarazioni, sono arrivate le dichiarazioni del Ministro dell’Economia italiano, Roberto Gualtieri.

In riferimento alle odierne turbolenze di mercato, ho accolto con favore l’opportuna precisazione della presidente della Bce, Christine Lagarde, che, chiarendo il contenuto delle sue dichiarazioni, ha sottolineato che non consentirà che lo shock derivante dalla diffusione del Covid-19 possa provocare una frammentazione del sistema finanziario dell’area euro. Sono certo che, come ha detto la presidente Lagarde, a tal fine la Bce utilizzerà tutti gli strumenti a sua disposizione. Il pacchetto di oggi sostiene l’economia europea, fornendo un sostegno finanziario alle aziende, e rafforza il presidio della Bce sui mercati dei titoli” ha dichiarato il Ministro.

Queste dichiarazioni hanno lasciato, più di qualcuno, con l’amaro in bocca. Tutti coloro che si aspettavano una risposta forte del Ministro dell’Economia alle dichiarazioni distruttive della Lagarde sono rimasti delusi. Inconcepibilmente Gualtieri ha deciso di piegarsi, ancora una volta, e addirittura “accogliere con favore” le parole della Presidente della BCE.

Parole che, ricordiamo, hanno avuto un ruolo determinate nel disastroso andamento della Borsa di Milano di ieri. Rispettare le istituzioni è assolutamente importante ma, piegarsi a chi con imperizia affossa l’economia italiana sembra decisamente troppo.

1 commento

Comments are closed.