Covid-19, moratoria sui mutui fino a 12 mesi e prestiti agevolati per ripartire dopo la crisi

CNA del Trentino: da sistema Casse Rurali e Provincia aiuto concreto alle imprese.

CNA del Trentino apprezza i provvedimenti che Cassa Centrale Banca e le Casse Rurali (BCC) Trentine intendono adottare in autonomia e con il supporto della Provincia Autonoma di Trento.

“Sono previsti due provvedimenti – precisa Andrea Benoni, presidente della CNA del Trentino, che ha ricevuto le informazioni direttamente da Cassa Centrale Banca -. Il primo è già attivo e introduce la moratoria sui mutui fino a 12 mesi, sia il capitale che l’interesse, con autocertificazione dello stato di difficoltà. Il secondo è l’erogazione di mutui al tasso 0,4% per 12 mesi con massimale pari ad un terzo del fatturato 2018 e fino a un massimo di 300.000 euro. Questo secondo provvedimento entrerà in vigore nella prima decade di aprile, per la necessità di varare una legge provinciale e i relativi decreti applicativi”.

“Il sistema delle Casse Rurali (BCC) e la Provincia – prosegue Benoni – si sono attivati prontamente per dare risposte alle aziende sul problema del credito nell’immediato e in vista del rilancio futuro delle attività. Un’iniziativa molto apprezzata da CNA del Trentino, sperando che tutto il sistema bancario segua questa strada e che i provvedimenti vengano a brevissimo ufficializzati”.

CNA del Trentino è attiva nell’assistenza alle imprese anche sul tema dell’accesso al credito, grazie al nuovo servizio raggiungibile tramite l’e-mail covid19@cnatn.it, oppure telefonando al centralino 0461 1821111 o al cellulare 349 7340402.