Tamponi “on the road”: Luca Zaia inizi dai poliziotti in strada

Il personale sanitario per ora si posizionerà in particolare davanti ai supermercati.

Abbiamo letto con piacere che il Governatore del Veneto Luca ZAIA sta partendo con il progetto dei tamponi “On the Road”, e per questo chiediamo a lui di poter inserire per primi i nostri colleghi che lavorano su strada al fine di isolare eventuali positivi al fine di salvaguardare la funzionalità di interi Uffici della Polizia di Stato.

La gente può scegliere di rimanere a casa tranquilla, ma ci sono delle professioni che ti obbligano a dover andare a lavorare ogni sacrosanto giorno, per questo chiedo al Governatore che inserisca nella lista delle priorità del tampone on the road le forze dell’ordine che lavorano su strada, in egual misura del personale sanitario.

Auspico altresì che da parte di taluni dirigenti che mirano ancora oggi alle statistiche, di far evitare inutili contatti ma che il personale delle pattuglie sia utilizzato nel caso di richieste d’aiuto. Controlli si ma quando saremo dotati tutti di mascherine FFP3, occhiali di protezione e guanti. E quanto ha mandato alla stampa il dott. Mauro Armelao, Segretario Generale Regionale del Sindacato di Polizia del Veneto