Coronavirus. Ora la Francia è contro Macron: “Ha sottovalutato il problema”

Con l’emergenza coronavirus che è arrivata a colpire pesantemente anche la Francia, la figura del Presidente Emmanuel Macron è ora più discussa che mai. Con una parte della popolazione che lo accusa di aver sottostimato il problema e di aver agito in ritardo nel contrasto della pandemia.

Tra i più critici nei confronti del Presidente vi è senz’altro Agnès Buzyn, ex Ministro della Salute francese, che ha riservato parole molto dure per Macron, soprattutto in relazione alla sua decisione di aspettare la fine delle elezioni municipali parigine prima di informare la popolazione sulla reale entità dell’emergenza sanitaria.

Come riportato da TGcom24, Buzyn ha accusato Macron di aver perso tempo prezioso e di aver sprecato il vantaggio che aver visto la drammatica situazione italiana poteva dare alla Francia.

“Avevo visto subito quanto stava accadendo in Cina. Il 20 dicembre un blog anglofono dettagliava delle polmoniti strane. Avvertii il direttore generale del ministero della Salute. L’11 gennaio avevo inviato un messaggio al Presidente Macron per spiegargli la situazione. Il 30 gennaio, avvertii anche il primo ministro Edouard Philippe: le elezioni non si sarebbero potute tenere” ha dichiarato l’ex Ministro in un’intervista a “Le Monde”.

Negli ultimi giorni in Francia, la situazione è rapidamente precipitata e, tra una manifestazione dei Puffi e le elezioni municipali, le autorità potevano sicuramente fare di più per avvisare la popolazione della pericolosità del coronavirus e dei rischi a cui inutili assembramenti di persone potevano portare.