Coronavirus. Giovanni Rana stanzia 2 milioni di euro per i dipendenti ancora al lavoro

In un momento molto delicato non solo per l’economia ma, più in generale, per l’intera nazione – data l’emergenza Coronavirus – merita una menzione speciale la pregevole iniziativa intrapresa dalla celebre azienda “Pastificio Rana” che ha deciso di premiare i dipendenti che grazie al loro lavoro stanno garantendo la continuità della filiera alimentare.

Per stessa ammissione dell’amministratore delegato del “Pastificio Rana“, Gian Luca Rana, l’azienda ha deciso di stanziare una misura straordinaria di aumenti salariali per 2 milioni di euro, da destinare ai circa 700 dipendenti che stanno continuando a lavorare nei 5 stabilimenti in Italia rimasti aperti.

Nel dettaglio tra le misure adottate spiccano l’aumento del 25% dello stipendio per ogni giorno di lavoro regolarmente svolto e un bonus mensile di circa 400 euro da utilizzare per le spese di babysitting. Tali misure sono da considerarsi retroattivo a decorrere dallo scorso 9 marzo sarà valido anche per tutto il mese di aprile.

Inoltre il “Pastificio Rana” ha informato di aver attivato una copertura assicurativa per tutti i dipendi, anche quelli che attualmente si trovano in regime di smart working, in caso contraessero il coronavirus.