Coronavirus. Sutto: “Tristi le polemiche contro Bisesti e Fugatti. Pensiamo a vincere la battaglia”

“State a casa”, è questo l’invito che fa l’Onorevole Mauro Sutto che abbiamo sentito telefonicamente. L’Onorevole della Lega oltre a volerci spiegare la delicata situazione, ha voluto anche invitare le opposizioni ad abbassare i toni di fronte a polemiche strumentali nei confronti dell’Assessore Bisesti, additato come fascista a causa di un post in cui diceva di essere orgoglioso delle forze armate, e del Presidente Fugatti. Sutto nel corso dell’intervista ha poi voluto lanciare un appello alla popolazione trentina e italiana.

Onorevole Sutto come è la situazione Coronavirus in Trentino?

I numeri non sono buoni, ma il Trentino dimostra di voler resistere a tutti i costi. Sono vicino ai Sindaci presenti sul territorio che affrontano assieme alla loro comunità questo dramma. A loro il mio ringraziamento. Voglio inoltre ricordare loro che possono contare su di noi Onorevoli in qualsiasi momento. La lotta al coronavirus non ha un colore politico e per questo motivo tutte le forze politiche devono essere unite per fronteggiare questo male da noi non voluto.

Penso che ci sia unità d’intenti. O sbaglio?

Da parte degli amministratori locali massima vicinanza e comunione d’intenti. Pregievole il lavoro svolto dalla Giunta nel gestire la situazione delicata. Non vedo lo stesso da parte delle opposizioni a livello provinciale che – per esempio – criticano l’assessore all’istruzione su cose condivisibili messe su Facebook o il presidente Fugatti quando a livello nazionale i loro stessi rappresentanti politici fanno dirette sui social alle 23:30 senza aver scritto un decreto o le frasi di un ministro che si preoccupa del lavoro in nero. Loro non si scompongono per queste frasi che certamente non fanno onore. Le polemiche che si basano solo su luoghi comuni comunque non mi piacciono, sono un uomo del fare.

Salvini in questi giorni ha chiesto l’intervento del Parlamento…

Certo, il parlamento è fondamentale per gestire una crisi come questa. Dovrebbe essere naturale il confronto politico tra tutti i gruppi parlamentari proprio per raggiungere un unico obiettivo che è quello di vincere. Come Lega abbiamo presentato 5 richieste importanti e basilari per il futuro dell’Italia, l’auspicio è che vengano accolte pienamente e in tempi brevi perché sia i cittadini che le imprese non hanno più tempo di aspettare.

Come sono gli spostamenti di un onorevole in emergenza coronavirus

Se disponibile si utilizza il treno, altrimenti – come l’ultima volta – si scende con la propria auto. L’importante è utilizzare tutti gli accorgimenti per ridurre al minimo la possibilità di contagio.

Un ultimo messaggio da dare alle persone che vivono nel suo collegio elettorale?

Il messaggio è piuttosto rivolto ai trentini e agli italiani. Dobbiamo seguire le indicazioni di base e quindi stare a casa il più possibile, seguendo le restrizioni governative. Sappiamo che stiamo chiedendo un grande sacrificio per tutti, ma meno spostamenti e contatti tra persone ci sono e prima usciamo fuori da questa grave situazione. E con ciò non è che se un giorno i numeri sono più bassi dobbiamo abbassare la guardia.Abbiamo perso troppe vite umane e il mio pensiero è rivolto a loro, alle loro famiglie e a chi ancora sta soffrendo. State a casa e fate ciò per la nostra bellissima comunità.