Coronavirus, la Russia invia aerei con equipaggiamento medico agli Stati Uniti

La Russia invierà un aereo con equipaggiamento medico ed equipaggiamenti protettivi (come mascherine e guanti) agli Stati Uniti per fronteggiare il Coronavirus. Questa la notizia inoltrata in queste ore dall’agenzia di stampa russa TASS, dopo aver intervistato Dmitry Peskov, capo ufficio stampa della presidenza della Federazione Russa.

In giornata effettueremo i preparativi per il volo e la coordinazione tecnica. L’aereo decollerà alla fine della giornata” assicura Peskov, aggiungendo che questi aiuti sono stati accordati durante una telefonata tra Vladimir Putin e Donald Trump avvenuta già lo scorso lunedì.

Preoccupato per la seria situazione epidemiologica in America, il Presidente Putin ha offerto materiale sanitario ed equipaggiamento protettivo come aiuto” ha commentato Peskov. Il portavoce del Cremlino ha riferito mentre si stavano approvando i dettagli di implemento all’accordo tra i due leader “c’era l’impressione che alcuni della parte americana non fossero desiderosi di promuovere una soluzione rapida dei problemi tecnici“.

La cosa più importante – continua Peskov – è che, mentre si stava offrendo assistenza ai colleghi americani, il Presidente Putin sia stato guidato dalla seguente considerazione: quando la manodopera americana del campo dell’equipaggiamento medico supererà questo momento di crisi sarà capace di ricambiare il favore qualora noi ne avessimo bisogno“.

Il Cremlino – afferma la nota stampa di TASS – è certo che la cooperazione internazionale non abbia alternative alla lotta contro il Coronavirus. “Ora, quando la situazione attuale ha colpito ogni stato e ognuno può essere considerato come globale, non c’è alternativa al lavorare insieme in uno spirito di collaborazione e di aiuto reciproco” ha concluso Peskov.