Post Fugatti su Europa, Moranduzzo (Lega): “Eurocrisi per Ianeselli e Patt”

"È inutile cercare di rincorrere con manifesti, a sfondo blu sovranista, le istanze della Lega e dei partiti populisti: è necessario innanzitutto capire perché tanta gente che semmai una volta votava partiti vicini al Sindacato di cui eri Segretario oggi vota Lega".

“Franco (Ianeselli, ndr.) devi accettare che quel mainstream che tanto ami propagandare – e lo sappiamo che tu punti tutto solo sulla propaganda europeista – non regge alla situazione che l’Italia in questo mese ha affrontato, non regge di fronte all’assenza di un Sindaco a Trento che è incapace di stare al fianco della cittadinanza”. E’ il duro attacco del Consigliere della Lega Salvini Trentino Moranduzzo Devid, dopo la condivisione su Facebook di ieri del Presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, della decisione di alcuni comuni di ammainare la bandiera dell’Unione Europea.

“Le persone con cui vuoi presentarti come Sindaco – gli ricorda il Consigliere – sono le stesse che oggi stanno al suo fianco e ragionano solo per propria gloria. Non trovo nulla di male in una tua dichiarazione in cui ammetti – con umiltà e da persona al fianco delle persone – che quest’Europa non è vicina alle classi deboli, ai commercianti, alle partite IVA e agli italiani. È inutile cercare di rincorrere con manifesti, a sfondo blu sovranista, le istanze della Lega e dei partiti populisti: è necessario innanzitutto capire perché tanta gente che semmai una volta votava partiti vicini al Sindacato di cui eri Segretario oggi vota Lega.”

“Ti posso assicurare – continua – che non è per slogan, ma perché la gente ogni giorno di più sta prendendo coscienza del fatto che questa Europa così come è non va bene. In questo contesto, ribatte Moranduzzo, “vedo comunque molto nervosismo da parte del PATT, forse stanno capendo che è meglio ritornare alle origini autonomiste?”, conclude infine il Consigliere leghista.