«Quello della Fiera Milano? Un “ospedalino”». Ancora dichiarazioni shock per Travaglio.

Ospedale Fiera Milano
Ospedale Fiera Milano

Marco Travaglio, direttore de “Il Fatto Quotidiano”, è tornato a far parlare di sé, ancora una volta purtroppo, a causa delle dure (e inopportune) parole rivolte alla sanità e alle istituzioni della Lombardia, ree di non aver assunto comportamenti adeguati durante questa difficile emergenza sanitaria.

Travaglio non è nuovo a questo tipo di polemiche sterili, già nelle scorse settimane infatti aveva aspramente (ed incomprensibilmente) criticato Guido Bertolaso sia per aver deciso di scendere in campo direttamente in aiuto del governatore Attilio Fontana, sia per l’aver contratto il coronavirus, come se questo potesse essere una colpa imputabile ad una persona.

Oggi, all’interno di un editoriale, il direttore de “Il Fatto Quotidiano”, se l’è presa con il nuovo Ospedale Fiera Milano, criticando la scarsa incidenza della struttura sul numero totale dei posti di terapia intensiva lombardi (l’Ospedale Fiera Milano ne può garantire dai 12 ai 24), arrivando a definirlo “ospedalino” e “misero”

Principalmente la critica di Travaglio verte sul fatto che il nuovo ospedale offra risposte irrilevanti rispetto alla domanda sanitaria lombarda, senza considerare come, a prescindere dal numero di pazienti che potrà ospitare, la struttura sicuramente allevierà la pressione sugli ospedali che ormai da diversi giorni lavorano a pieno regime senza soste.

La sterilità di queste polemiche, che sembrano atte solamente a destabilizzare l’ambiente per l’ennesima volta, mostra inequivocabilmente come a certe persone, il vizio di criticare aprioristicamente qualunque cosa venga fatta, non passi mai. Sebbene sia evidente come Travaglio, più che criticare l’ospedale in sé, critichi i proclami diAttilio Fontana (che aveva promesso 600 nuovi posti letto), questa risulta comunque inopportuna dato il particolare momento storico in cui viviamo.

Tali dichiarazioni, che potevano benissimo essere evitate, hanno creato molto scalpore, provocando lo sdegno di numerose persone. Fra tutte spiccal’eurodeputato della LegaAngelo Ciocca, che mostrando di non aver per nulla gradito le parole del giornalista si è lasciato andare ad un duro sfogo.

Attraverso il suo profilo ufficiale Facebook, Angelo Ciocca, ha redarguito Travaglio: “Questo SCIACALLO, chiamato #Travaglio, non perde occasione per sputare veleno nel pieno della crisi!!! Ieri ha detto che quello della fiera di Milano è un “ospedalino”!!! TRAVAGLIO devi VERGOGNARTI, mentre tu spari cretinate, ci sono persone che hanno lavorato giorno e notte, abbi la decenza di tacere !!!”.