Quattro denunciati e uno segnalato per droga a Bolzano e bassa atesina

I controlli intensi per Covid consentono di scovare anche altre persone per altri reati.

I militari del comando provinciale Carabinieri di Bolzano con il supporto aereo ravvicinato del nucleo elicotteri carabinieri di Bolzano hanno svolto un servizio di controllo del territorio “a largo raggio”. Sono state denunciate tre persone e una quarta è stata segnalata al Prefetto per possesso di stupefacenti.

Due soggetti, un diciannovenne marocchino e un ventenne di Bolzano sono stati fermati dai Carabinieri di Egna alla guida, rispettivamente, di un’autovettura e di un ciclomotore. Entrambi manifestavano sintomi di effetti di sostanze stupefacenti e sottoposti ai test sono stati riscontrati positivi. Per entrambi patente ritirata, veicoli sequestrati e denuncia per guida sotto l’effetto di stupefacenti. Ovviamente entrambi sono anche stati sanzionati per la violazione delle prescrizioni anti-COVID-19 trovandosi in giro senza alcun giustificato motivo.

A via del Ronco, verso le 14.40, una pattuglia ha visto due giovani camminare vicini e voleva identificarli. Uno dei due però alla vista dei militari si è messo a correre ed è riuscito a scappare. Pur ricercato in tutto il quartiere con l’ausilio di altre pattuglie, non è stato trovato. L’altro, un ventunenne di Bolzano è stato contravvenzionato per la violazione dei divieti “COVID” nonché denunciato alla Procura della Repubblica per il reato di favoreggiamento personale poiché si è rifiutato di fornire elementi sull’identità dell’amico fuggiasco.

Un quarantunenne iracheno è stato denunciato per evasione poiché controllato presso il luogo di detenzione domiciliare non era in casa. Cercato a destra e a manca per diverso tempo, dopo quattro ore è stato ritrovato in casa… Pensava di farla franca e in effetti parzialmente è così: non è stato arrestato per trascorsa flagranza ma deferito a piede libero. I carabinieri di Bolzano lo proporranno comunque per l’aggravamento del tipo di detenzione.

In tarda mattina, verso ora di pranzo, sono stati segnalati due giovani in un parco pubblico. Parco che è ed era regolarmente chiuso in ottemperanza dell’ordinanza del ministro della salute e dell’ordinanza del presidente della giunta provinciale di Bolzano che vietano l’accesso a parchi, ville e aree verdi.

I carabinieri hanno trovato due giovani. Uno di essi aveva dodici grammi di marijuana in tasca ed è stato segnalato al Prefetto di Bolzano per assunzione di stupefacenti. Entrambi sono stati altresì sanzionati per la violazione dei divieti finalizzati a prevenire la diffusione dell’epidemia di COVID-19.