Il Covid-19 “fa promuovere tutti” alla maturità

photocredit: quicosenza.it

Tutti promossi quest’anno, il Covid-19 trasforma l’anno scolastico e ne cambia le regole finali: l’esame di maturità si svolgerà online e la didattica a distanza andrà avanti, praticamente obbligatoriamente. 

I ministri riuniti hanno dato il loro benestare al decreto legge sulla scuola che prevede diverse ipotesi per permettere agli studenti italiani di concludere regolarmente l’anno scolastico in scorso e garantire il regolare svolgimento degli esami di fine ciclo.

Secondo quanto riportato da ANSA, il Governo avrebbe previsto due diverse ipotesi sia per gli esami di maturità che per quelli di terza media. Se gli studenti torneranno in aula il prossimo 18 maggio, la maturità sarà composta da due prove: una nazionale di italiano e la seconda invece preparata dalla commissione interna. Se invece la chiusura delle scuole sarà prorogata oltre il 18 maggio, ci sarà un’unica prova orale che potrà essere svolta anche telematicamente.

Discorso parzialmente diverso invece per gli esami di terza media, che, qualora non si ritornasse a scuola il 18 maggio, saranno cancellati e gli studenti promossi solo con la valutazione dei professori. Per tutti gli altri studenti invece, vi sarà la promozione d’ufficio agli anni successivi.

In classe il 1º settembre

Indicazioni importanti arrivano poi per quanto riguarda l’inizio del prossimo anno scolastico che, in classe o online, comincerà per tutti il 1º settembre. Prevista per gli alunni con lacune “l’eventuale integrazione e recupero degli apprendimenti relativi all’anno scolastico 2019-2020 nel corso dell’anno scolastico successivo, a decorrere dal 1 settembre 2020, quale attività didattica ordinaria”.

1 commento

Comments are closed.