Bruxelles, Ennesima fumata nera. Nemmeno una pandemia e migliaia di morti fanno cedere “i grandi dell’Ue” sul MES

Lo spread vola così a quota 200 punti base, in netto rialzo.

“Ecco la grande solidarietà europea…L’#Eurogruppo dopo 16 ORE di riunione NON trova un accordo neanche di fronte ad una pandemia e migliaia di morti!! L’idea che piace tanto a #Germania e #Olanda?! IL MES!! E Lo #spread va a 200 punti #NoMes #8aprile. Queste le parole a caldo dell’europarlamentare della Lega Angelo Ciocca, che commenta così, dopo 16 ore, il fallimentare vertice (l’ennesimo, aggiungeremmo) dell’Eurogruppo tra tutti i capi di Stato e di Governo che nemmeno dopo i 10 giorni dal precedente rinvio hanno trovato un accordo sulle misure economiche da mettere in campo per il contrasto al Coronavirus.

Una fumata nera che, anche tra i più convinti europeisti, lascia l’amaro in bocca. Perché nemmeno di fronte a una pandemia globale e a migliaia di morti l’Eurogruppo ha fatto un passo indietro in merito ad un accordo comune, in un lungo braccio di ferro tra Paesi del Nord e Paesi del Sud sostanzialmente divisi sulle misure da intraprendere e mettere in campo. E così ecco l’ennesimo nulla di fatto, in attesa di domani. “Tutto rinviato a domani”, ha fatto sapere il portavoce su Twitter, adducendo al fatto che i lavori sono proseguiti tutta notte, ma che purtroppo ancora non si fosse raggiunta alcuna intesa. Lo spread vola così a quota 200 punti base, in netto rialzo.