No della Germania a eurobond. Merkel: “Parlato con Conte, ma ci sono altre soluzioni”

Sembra essere arrivato il no definitivo della Germania alla possibilità che vengano emessi gli eurobond per far fronte alla crisi economica causata dalla pandemia di coronavirus.

Come riportato da “Il Corriere della Sera”, per stessa ammissione della Cancelliera tedesca, Angela Merkel, intervenuta a Berlino con una conferenza stampa per ribadire la propria contrarietà alla possibilità di una condivisione dei debiti con gli altri stati europei.

“Voi sapete che io non credo che si dovrebbe avere una garanzia comune dei debiti e perciò respingiamo gli eurobond” ha tuonato la Cancelliera tedesca, aggiungendo però, come vi siano già tanti strumenti di solidarietà e, nonostante sia una questione urgente, sia possibile fare valutazioni diverse.

“Ho parlato a lungo con il premier italiano Giuseppe Conte anche pochi giorni fa. Siamo d’accordo che vi sia una urgente necessità di solidarietà ora che l’Europa vive le sue ore forse più difficili. La Germania è pronta a dare a dare solidarietà e si sente in dovere di dare solidarietà. Ripeto che la Germania starà bene se l’Europa starà bene” ha poi aggiunto Angela Merkel.

Proseguendo nel suo intervento la Cancelliera tedesca ha ribadito con forza come la Germania sia favorevole all’attivazione del Mes, del Bei e del Sure. Evidenziando come attraverso l’attivazione di queste procedure sarebbero messi a disposizione degli stati in difficoltà molti miliardi di euro.

Infine, concludendo il suo intervento, Angela Merkel si è detta concorde sul fatto che ci “debba essere un programma congiunturale Ue dopo la crisi” che possa tutelare la ripresa economica e i posti di lavoro