Rimpatriati i ragazzi trentini bloccati in Spagna. La felicità di Cavada e Sutto: “Missione riuscita”

“Sono finalmente tornati a casa Tommaso Sciacca e Alessio Nichelatti, una missione riuscita quella di riportare i nostri ragazzi a casa dopo che erano bloccati in Spagna per via del Coronavirus”.

Con queste parole l‘Onorevole Mauro Sutto e il Consigliere provinciale di Lega Salvini Trentino Gianluca Cavada, sono intervenuti per commentare il rimpatrio dei due ragazzi che ormai da tempo erano rimasti bloccati in Spagna.

Gianluca Cavada ha poi affermato di essersi attivato tempestivamente, una volta scoperta la vicenda, insieme a Mauro Sutto e Mirko Bisesti per trovare una soluzione che permettesse di far tornare a casa rapidamente i ragazzi, di cui uno proveniente proprio dalle valli trentine. Evidenziando poi, come il Trentino si sia reso protagonista di un bellissimo gesto di solidarietà: “In questa situazione delicata il Trentino è stato protagonista anche in Spagna con Tommaso che si era poi preso l’impegno di contattare anche altri ragazzi presenti nella zona e ciò ha portato al recupero di circa 130 ragazzi. Noi non abbandoniamo i figli della nostra terra”.

Sulla vicenda è intervenuto anche Mauro Sutto che ha affermato di essersi attivato presso la Farnesina, dopo aver ascoltato la richiesta di Cavada, e di essere molto felice di aver potuto aiutare attivamente questi ragazzi, in un momento così delicato per l’Italia, a tornare a casa.

Alessio Nichelatti e di Tommaso Sciacca erano infatti rimasti bloccati a Valencia per via del propagarsi del coronavirus e dei conseguenti problemi legati al trasporto aereo. Ora per i ragazzi si apre un periodo di quarantena