L’Italexit ormai non è più un sogno. La metà degli italiani vuole uscire dall’Europa

Impossibile da pensare sino al 2018, ora l’euroscetticismo in Italia ha raggiunto numeri record con un popolo che sempre di più inizia a ritenere gli Eurobond strumenti inutili per fronteggiare la crisi. Secondo Termometro politico in caso di referendum, cosa non prevista dal nostro ordinamento dato che si tratta di un trattato internazionale, il 39,3% degli italiani vorrebbe lasciare l’Unione europea e l’eurozona e il 7,5% rimanere nell’Unione europea ma lasciare l’eurozona.

Il mantenimento dell’Unione europea del resto non viene sostenuto neanche da politiche comunitarie in campo sanitario o di contenimento del virus. In Olanda per esempio non viene applicata nessuna quarantena e basta non avere febbre per 24 ore per poter di nuovo uscire di casa, altro discorso riguarda la riapertura delle attività economiche e produttive: ogni paese fa come vuole e in barba a quel sogno europeista che ci viene continuamente decantato.

Il rischio è anche quello che manca una chiara politica in merito agli spostamenti all’interno dell’Unione europea, con il rischio pesante di contagio di ritorno dato che mancano delle incisive misure di contenimento.

L’economista Malvezzi intanto sta proponendo anche delle soluzioni per uscire dalla crisi e salvare l’Unione europea dal punto dii vista economico. Per questo motivo ha proposto quattro condizioni improrogabili:

  • Abolire l’articolo 123 del Tfue, cioè quello che stabilisce l’indipendenza della Banca Centrale Europea dalla politica, dai parlamenti;
  • Se c’è una banca centrale che fa questo non serve di conseguenza il MES, un provvedimento da sciacalli, da usurai secondo cui paghiamo a strozzo dei prestiti per poi fare tagli come quello fatale che abbiamo fatto alla sanità;
  • Abolire parametri (come quello di Maastricht) privi di qualunque valore scientifico ed economico;
  • Stabilire che l’obiettivo fondamentale dell’Unione Europea è la piena occupazione, che dunque l’uso della Banca Centrale è finalizzato a questo.

O queste quattro condizioni vengono accettate in toto dagli altri membri, oppure l’unica alternativa si chiama “Italexit“.