Coronavirus, l’onorevole Cunial (ex-M5S) confusionaria: “I militari sono il profilo migliore per testare il vaccino?”

Free picture (Vaccine) from https://torange.biz/vaccine-18876

L’interrogazione presentata recentemente al Ministero della Salute e al Ministro della Difesa da Sara Cunial, deputata eletta dal Movimento 5 Stelle ed espulsa ormai un anno fa, identifica nei soldati italiani i soggetti più idonei per testare il vaccino contro il Coronavirus? O si oppone al vaccino in se’? Non si capisce. Vi proponiamo il testo perverso di questa interrogazione.

Sul Journal of Infectious Diseases è stato pubblicato un articolo scientifico dal quale si evince che i soggetti volontari alla sperimentazione umana dei vaccini contro il Coronavirus rischiano di subire una grave malattia e possibilmente anche il decesso” denuncia la Cunial, divenuta nota per aver organizzato alla Camera dei Deputati lo scorso anno una conferenza stampa sulla pericolosità dei vaccini, scatenando le reazioni dell’allora Ministro della Salute Giulia Grillo (M5S) e del capogruppo alla Camera del Movimento Francesco D’Uva.

La legittimità costituzionale di una sperimentazione clinica su soggetti in condizioni fisiche ottimali è fortemente dubbia, dovendo prevalere la tutela della persona nella sua libertà di scelta e nel diritto alla salute come principio fondamentale dell’ordinamento, rispetto a quella del principio di libertà di ricerca scientifica e della libertà d’impresa” continua la Cunial. “La sperimentazione deve ragionevolmente essere rivolta all’arruolamento di soggetti già affetti dalla patologia che scelgano consapevolmente la cura sperimentale. Peraltro, il comitato etico, sotto propria responsabilità, anche penale, deve dichiarare di avere rispettato il principio di precauzione con correlata prova della prevalenza del beneficio, rispetto ai rischi“.

Alla luce di tutto ciò, i militari italiani rappresentano il profilo più idoneo, in quanto sottopopolazione più sana tra la popolazione media giovane presente nel Paese, poiché subiscono un rigido processo di selezione. Sono inoltre la popolazione più pronta ad accettare il rischio di morire, considerata l’accettazione dei rischi al momento dell’arruolamento, anche da un punto di vista sanitario e della profilassi vaccinale” afferma la Deputata.

Critico Alessandro Battilocchio, Onorevole di Forza Italia: “Trovo inaudita l’uscita della Cunial sulle sperimentazioni dei vaccini contro il Coronavirus. Non si possono trattare i nostri soldati come cavie da laboratorio, confondendo il rischio che questi corrono operando giornalmente per la sicurezza nazionale con i rischi derivanti dalla sperimentazione vaccinale“.

Quanto affermato dall’onorevole Cunial è quantomeno offensivo e denota una limitata conoscenza sia in termini scientifici sia del sacrificio giornaliero dei militari di tutte le Forze Armate” attacca il forzista, aggiungendo in conclusione quanto segue: “La Cunial dovrebbe scusarsi pubblicamente con i nostri uomini in divisa, avendoli trattati come una categoria umana inferiore, la cui salute non è da salvaguardare. Dimentica forse che, nell’adempimento del proprio dovere, numerosi di loro si sono ammalati per motivi diversi, correlati al loro servizio“.