Fugatti: in arrivo nuove misure per sostenere l’economia trentina

Terza edizione della biennale che animerà Rovereto fino a domenica 12 maggio ARTINGEGNA: TRE GIORNI PER TOCCARE CON MANO L’ARTIGIANATO DI QUALITÀ Secondo giorno di Artingegna, la mostra biennale dedicata all'artigianato trentino di eccellenza che fino a domani animerà il centro storico di Rovereto. Nella foto: momenti della manifestazione - stand e percorso mostre. Foto. Romano Magrone - Archivio ufficio stampa Pat Rovereto, 10 maggio 2012 c 1266

La Giunta provinciale sta lavorando in questi giorni per adottare un disegno di legge – il cui testo verrà probabilmente approvato già nella riunione della Giunta di venerdì 24 aprile prossimo – contenente una serie di misure a favore dell’economia trentina colpita dal Covid 19.

Lo ha detto oggi il presidente Maurizio Fugatti nel corso della ormai tradizionale conferenza stampa del tardo pomeriggio, con gli aggiornamenti sulla pandemia. “Verranno previsti in particolare contributi a fondo perduto a favore di piccole imprese, liberi professionisti e lavoratori autonomi per consentirne la prosecuzione dell’attività – ha detto Fugatti. – Inoltre, saranno previsti degli incentivi per sostenere le aziende che dovranno mettere in sicurezza ‘sanitaria’ i locali ove svolgono la propria attività in funzione della ripresa stessa. Ed ancora: verranno sostenute nuove iniziative economiche di carattere innovativo per favorire attività di consegna/fornitura di beni e servizi non acquistabili direttamente. Un ulteriore misura di incentivo riguarderà la creazione di reti di impresa/consorzi, sfruttando la leva del contributo pubblico, vincolato al rispetto di precise garanzie occupazionali, per incoraggiare l’acquisizione da parte di aziende piu strutturate di quelle realtà che si sono trovate pesantemente in difficoltà economica a seguito dell’emergenza Covid 19. Infine, verrà rifinanziato e raddoppiato il plafond bancario per l’anticipo di liquidità alle imprese”. 

Oggi intanto sono 4 i deceduti in Trentino per Coronavirus, fra cui un uomo di Trento di 52 anni, e 64 i nuovi contagi, di cui 25 nelle rsa. I tamponi effettuati sono stati 1158. I contagiati risultano essere il 5% dei tamponi eseguiti, una percentuale in calo e da leggere quindi positivamente. Si punta ad accrescere ancora il numero dei tamponi, grazie anche alla collaborazione con Cibio e Fem, posto che al momento l’ostacolo maggiore è rappresentato dalla difficoltà di reperire sul mercato i reagenti chimici necessari. Le terapie intensive sono 43, anch’esse in calo. 871 i guariti dal virus dall’inizio della pandemia.