Anche la Lombardia è pronta a ripartire, Fontana: “Se c’è ok da scienza, pronti dal 4 maggio”

Il Governatore della Lombardia, Attilio Fontana, è tornato a parlare ai microfoni della trasmissione Mediaset, Mattino 5, dell’andamento dell’epidemia di coronavirus all’interno della Lombardia e delle soluzioni per far ripartire rapidamente la sua regione.

Come correttamente riportato da ANSA, Attilio Fontana ha dichiarato come se il trend si manterrà su valori positivi sia pronto a riaprire la regione, “purché non prescinda mai dalla sicurezza dei nostri cittadini e lavoratori”. Il Governatore ha aggiunto anche come una delle condizioni fondamentali per la riapertura della Lombardia sia il via libera dalle autorità scientifiche, aggiungendo come se quest’ultime daranno parere negativo sia pronto a prolungare ancora le misure contenitive.

In un altro passo, particolarmente rilevante del suo intervento, Fontana ha chiarito la posizione della Regione in merito alle inchieste sulle RSA: “Io aspetto con estrema serenità l’esito. Noi abbiamo fatto una delibera che è stata proposta dai nostri tecnici. Sono stati i nostri esperti che ci hanno detto che a determinate condizioni – e cioè che esistessero dei reparti assolutamente isolati dal resto della struttura e addetti dedicati esclusivamente ai malati Covid – la cosa si poteva fare. Noi abbiamo fatto questa proposta e le case di riposo che avevano queste condizioni hanno aderito.

Concludendo il suo intervento Attilio Fontana ha ricordato come tale scelta sia stata operata anche a causa della penuria di posti liberi negli ospedali, ribadendo come la regione si sia adeguata al parere dei tecnici, che hanno suggerito la proposta dopo aver valutato le condizioni di ogni singola casa di riposo