Covid-19. In Trentino 50 nuovi casi e 6 morti. Fugatti: “Fase 2 porterà ad aumento dei contagi”

“6 decessi e 50 contagi di cui 3 nelle RSA”, questo è il rapporto sul Coronavirus in Trentino. “Il rapporto contagio-tamponi è del 7%. Nei cinque comuni interessati dai test sierologici vi è stata un’adesione fortissima”.

Nei prossimi giorni si intensificheranno gli incontri per quanto riguarda le misure per il rilancio dell’economia del Trentino anche mediante la sospensione dell’accordo di Milano. Fugatti ha calcolato un calo delle entrate provinciali di 350 milioni di euro, una somma uguale a quella che si riuscirebbe a trovare con il congelamento dell’accordo del 2009.

“Vogliamo impostare un modello trentino per quanto riguarda la fase 2” ha detto poi Fugatti che poi ha ricordato il rischio che l’apertura delle attività potrà comportare un aumento dei contagi. Un aumento che potrà essere mitigato solamente con l’utilizzo di particolari calibrature al fine di garantire la massima sicurezza per tutti.

Per la prima volta dall’inizio dell’epidemia, il bilancio del coronavirus porta il segno meno: oggi il numero di persone attualmente malate cala di 20 unità. Un risultato che non può fare esultare perché è anche l’effetto delle 454 nuove vittime, ma per la prima volta dall’inizio dell’epidemia il contagio fa qualche passo indietro invece che andare sempre avanti. La frenata è solida e consistente da giorni e il valore negativo di oggi è un importante indicatore.