Manifestazione 25 aprile. Mentana contro FN: “pronto a scendere in piazza per festeggiare la libertà”

Nelle ultime ore ha destato molto scalpore l’iniziativa promossa da Forza Nuova che attraverso l’app di messaggistica Telegram ha invitato la popolazione a violare il lock down e le norme restrittive per scendere in piazza il prossimo 25 aprile e protestare contro le misure adottate dal Governo Conte.

L’iniziativa è stata rilanciata anche dallo stesso segretario di Forza Nuova, Roberto Fiore che, su Twitter, ha affermato: “#25aprile ore 17.00 Stop #dittaturasanitaria Un appello di libertà dall’Italia profonda! Oltre la destra e la sinistra, rompiamo la gabbia di una quarantena intollerabile. Fase 2 o 3 non fa differenza, è l’ora del risveglio: ci saremo, con il Tricolore!”.

Tale controversa iniziativa ha immediatamente destato lo sdegno di una larga parte del popolo italiano, con molte persone che hanno prontamente condannato il gesto di Forza Nuova. Su tutti spicca l’intervento del direttore del TG di La7, Enrico Mentana.

L’ex direttore del TG5, su Facebook, ha voluto rispondere a Forza Nuova dichiarando: “Sia ben chiaro: se davvero c’è qualche cialtrone che vuole violare le norme, ma soprattutto la decenza, e andare a manifestare il 25 aprile contro la Liberazione, io sono pronto, come spero tanti altri, a scendere in piazza per festeggiare la libertà e riaffermare il dovere di preservarla contro gli indifferenti e i neofascisti. Facciamoci sentire“.

A chi gli ricordava come scendere in piazza fosse una chiara violazione delle norme restrittive, Mentana ha poi risposto, rincarando: “A quelli che hanno risposto al post precedente con un “non si può” replico che lo so bene, ma so anche che ancor di più non si può svendere il patrimonio storico della nostra democrazia. Quanto all’aspetto tecnico, basti vedere come si è svolta ieri sera la manifestazione di protesta a Tel Aviv: tutti distanziati e con le mascherine”.