Trentino Covid-19. Meno contagi, la curva scende. Alberghi disponibili per la quarantena

Stefania Segnana: "Le strutture invernali sono state prorogate al 31 maggio per i senza dimora con 199 posti tra Trento e Rovereto e "Casa Sant'Angela delle Orsoline", che da domani si aggiunge in comodato al Punto d'Incontro per 27 posti"

ULTIME 24 ORE – Oggi registriamo 10 decessi di cui 3 all’interno delle RSA. Il numero dei nuovi contagiati è basso: sono 18 di cui uno senza tampone. 599 tamponi effettuati di cui il 3% positivi. Scendono anche le Terapie intensive, ha detto Maurizio Fugatti.

Un aggiornamento assolutamente positivo quello dato dalla Task Force presentata nelle relazioni tecniche da Giampaolo Pedrotti, ufficio stampa della Provincia. In diretta TV e facebook alle 17.30 del 21.04, appuntamento ormai quotidiano. Vediamo cosa sta accadendo in Trentino rispetto al Covid-19.

TAMPONI IN ITALIA – Il Trentino si pone terzo a livello nazionale, dopo Bolzano ed il Veneto per il numero di tamponi effettuati. In percentuale sui tamponi effettuati. I numeri sono stati forniti dall’Università di Trento.

ALBERGHI PER LA QUARANTENA – In Paganella, Giudicarie, Alto Garda, Val di Sole e Val di Fassa hanno messo a disposizione una struttura ciascuno per la quarantena volontaria professionale. Le spese sono assunte dalla Protezione Civile.

FASE 2 IN TRENTINO – In Trentino abbiamo iniziato a dare respiro ai cantieri all’aperto, ma la decisione del Governo per il post 4 maggio ha un valore a prescindere anche per la situazione locale, di valenza scientifica, ha detto Maurizo Fugatti. “L’auspicio è di dare respiro all’economia”.

DISTANZE E MASCHERINE – Saranno indispensabili nella seconda fase per poter avere un allentamento delle misure attuali. Ha detto Maurizio Fugatti, rimandando al Governo anche le informazioni relative alle attività che potranno aprire in futuro.

AUTOBUS – Secondo il governatore saranno aumentate le corse nelle ore di maggiore utilizzo dei mezzi. Saranno valutate le cose in base alla predisposizione delle persone.

MINORENNI – Nella giornata di ieri sono stati tre i minorenni contagiati. Il numero dei bambini presi in carico resta ridotto, ma non è a zero.

Il Governatore ha spiegato a chiare lettere che anche in Trentino saranno rispettate le Linee Scientifiche nazionali. Se vi saranno alcune deroghe per motivi specifici, per quanto concerne la Tutela della Salute ci si rimette alle decisioni nazionali.

DONAZIONI – Sono oltre 7 milioni di euro le donazioni totali verso l’Azienda Sanitaria Trentina, ha detto Stefania Segnana.

BONUS ALIMENTARE – Ammontano a 15.278 le domande presentate, ma almeno una su cinque ha errori di compilazione, che hanno causato ritardi.

SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA – Sono ben 632 i casi presso le RSA, 47 nelle Case di cura e 18 nelle Intermedie. Le Terapie Intensive sono solo 38. Ha detto l’Assessore alla salute. TRECOVID QUI

COME RISPETTARE LA QUARANTENA – Il Dott. Antonio Ferro ha spiegato che la quarantena non è un fatto superficiale, deve essere precisa: la persona positiva deve essere completamente isolata fisicamente nella sua stanza e quando utilizzasse stanze in comune vanno disinfettate.

SMANTELLAMENTO COVID ZONE – Prevedendo anche delle recrudescenze del contagio lo smantellamento delle aree adibite sarà graduale, esattamente come è stato fatto per metterle a punto.

FLUSSO RSA/NOSOCOMI – Molte persone anziane che hanno avuto l’ospedalizzazione provenivano dalle strutture per anziani, ma purtroppo seppur ricoverate molte sono decedute proprio in nosocomio aggravandosi le condizioni.

TEST SIEROLOGICI – Con il Test Anticorpale certificato potremmo valutare se una persona sia immune e quanto duri l’immunità. Al momento non è possibile dare delle risposte oltre al distanziamento sociale e alle misure di prevenzione. Si sta valutando come intervenire in generale verso la popolazione, ha detto Antonio Ferro.

PLASMA – L’Azienda sanitaria è in contatto con il centro studi sperimentali di Pavia ma si tratta di una terapia attualmente non ancora definitiva.

COME FUNZIONA IL CONTAGIO – 7400 persone sono state in isolamento. L’uscita dal nucleo famigliare si basa sul contagio orizzontale del 50% dei malati. Il contagio famigliare. Ha detto Ferro.

SOLIDARIETA’ per le RSA – La musica per aiutare i soggetti più fragili ed esposti al Coronavirus e rafforzare la solidarietà intergenerazionale. Non è un concetto astratto ma può diventare anzi uno strumento di aiuto più che reale. È la filosofia alla base della raccolta fondi “Un Coro Di Un Milione” lanciata dal Collettivo OP e dai ragazzi della Scuola Musicale Celestino Eccher di Cles, in collaborazione con l’Azienda per il Turismo della Val di Sole, con il supporto del Comune di Peio, di Pejo Funivie, del Parco Nazionale dello Stelvio, della Provincia autonoma di Trento, della tsm-Trentino School of Management di Trento, di Popack.art, del MUSE Museo delle Scienze e di Swarovski Optik, nell’ambito dell’ampio progetto #OP2020 Uno Di Un Milione che vede la straordinaria partecipazione dell’Orchestra e Coro di Voci Bianche dell’Accademia Teatro alla Scala.