Bisesti lancia il questionario sulla scuola post Covid-19

L’Assessore provinciale all’Istruzione Mirko Bisesti sta già progettando la “fase 2” della scuola trentina, per vedere come si potranno superare le criticità del sistema dimostrate nel corso dell’emergenza Coronavirus. In questi giorni, l’Assessore sta conducendo diversi incontri con tutte le persone coinvolte nel mondo scolastico, riscontrando partecipazione e consapevolezza da parte delle varie parti chiamate in causa.

Uno dei provvedimenti immediati da parte dell’Assessorato è stata la presentazione di un questionario, redatto a più mani tra l’Assessorato, le Consulte Provinciali dei Genitori e degli Studenti e Maria Vidi – psicologa sociale del lavoro e delle organizzazioni – con l’obiettivo di raccogliere il maggior numero possibile di informazioni sulla didattica a distanza, effettuata in questo periodo di impossibilità nella prosecuzione delle lezioni a distanza. Il questionario, indirizzato a docenti, studenti, famiglie, dirigenti e personale scolastico, è disponibile online.

Ringrazio le Consulte per la disponibilità a fare squadra così da ottimizzare gli strumenti che stiamo mettendo in campo, affinché non venga meno il progetto educativo della scuola” ha commentato Bisesti. “Chiedo a tutti di partecipare compilando il questionario: in questo modo, avremo una mappatura che ci permetterà di valutare in piena consapevolezza gli aspetti organizzativi e tecnologici che hanno caratterizzato questo periodo di didattica online“.

Tra gli ambiti analizzati dal questionario, si passa dalla disponibilità della strumentazione informatica alla qualità della connessione internet, passando per le competenze digitali e i non meno rilevanti aspetti organizzativo-didattici e psicologici, cercando di capire come i distanziamenti sociali tra alunni, insegnanti e genitori abbia inciso nel processo di formazione.

L’esito del questionario ci consentirà di avere preziosi contributi al fine di programmare il nuovo anno scolastico” afferma Bisesti, che conclude: “Sono fiducioso che con l’aiuto di tutti perfezioneremo l’organizzazione del lavoro e avremo ulteriori informazioni utili. Insieme, individueremo la strada migliore per il successo formativo dei nostri studenti“.