Nuova viabilità Ravina: spaccatura nella maggioranza

Ai posteri l’ardua sentenza, o meglio alle urne, non appena la situazione lo permetterà.

Con la ripresa dei lavori della commissione urbanistica del Comune di Trento ecco che subito si mettono in evidenza le spaccature della maggioranza che, a fine mandato, si trova ridotta in cocci e si ritorce su sé stessa. Nella discussione in merito alle osservazioni pervenute da alcuni consiglieri della circoscrizione Ravina Romagnano ed altri, contrarie al progetto urbanistico per l’area attorno alle cantine, la commissione si è pronunciata in modo unanime a favore del progetto, dicendo no alle osservazioni ricevute dai membri di maggioranza della circoscrizione.

Tra le voci a favore, ospite della commissione, l’assessore Stanchina (forse sentendosi di rivestire le funzione di presidente della circoscrizione). Ma si vede che non ha ben considerato che le osservazioni esaminate venivano proprio da consiglieri del PD, partito alleato del PATT nella maggioranza a cui l’oggi assessore appartiene; tra l’altro proprio quel PD di cui faceva parte quando è diventato presidente della circoscrizione di Ravina Romagnano. PD responsabile di scelte che oggi si sente di rinnegare. Come comprendere quindi lo scagliarsi contro i suoi stessi fratelli di partito, a meno che le intenzioni future di Stanchina siano proprio quelle di saltare di coalizione, per trovare nuove strade per la sua prorompente personalità, che lo ha visto già cambiare due partiti.

La maggioranza attuale non ci fa bella figura e nemmeno l’assessore- ex presidente. Ai posteri l’ardua sentenza, o meglio alle urne, non appena la situazione lo permetterà.

Gruppo consiliare Lega Nord Trentino

Gianni Festini Brosa, Bruna Giuliani, Martina Loss, Claudia Postal, Stefano Osele, Vittorio Bridi