Moranduzzo contro i quotidiani locali: “La stampa va tutelata quando è imparziale”

Il Consigliere provinciale dellaLega Salvini Trentino, Devid Moranduzzo, è intervenuto stamane, attraverso una nota, per commentare l’intervento tenuto ieri sera dal Premier Giuseppe Conte circa le modalità con cui il paese affronterà la fase due.

Moranduzzo ha iniziato il suo intervento citando il post su Facebook con il quale Filippo Degasperi aveva duramente criticato l’intervento di Conte, aggiungendo: “almeno Filippo Degasperi ha ammesso che ci troviamo di fronte a un Premier inadatto, mentre gli esponenti del Partito Democratico locale rimango in silenzio, legittimando i comportamenti assurdi che il novello Conte Mascetti – il personaggio del film “Amici Miei” che usava strane parole per giustificare qualsiasi sua azione poco chiara – sta causando al nostro Paese”

Proseguendo nel suo intervento il Consigliere di Lega Salvini Trentino ha ricordato come la stampa locale si sia piegata ai diktat governativi e non abbia dato spazio alle critiche su un intervento che, di fatto,ha fatto morire tante piccole aziende. La stessa stampa che perònon si è risparmiata nel lasciare ampio spazio ai critici della manovra provinciale recentemente promossa dalla Giunta.

“Ho trascorso l’intero fine settimana a ricevere complimenti per le decisioni della Giunta da parte di persone che vivono in regioni amministrate dal centrosinistra e che al momento solo lontanamente stanno sognando un simile dispiegamento di risorse a favore della comunità. Però va bene così: ognuno dica quel che vuole dire ma non faccia profondi discorsi sul non criticare la stampa. Se ci sono problemi, con una stampa che arriva persino a distorcere la verità come sta avvenendo in queste ultime settimane, bisogna dirlo” ha poi proseguito Devid Moranduzzo

Il Consigliere, prima di concludere, ha ricordato comela stampa vada tutelata quando si mostra libera e imparziale, mentre vada (giustamente) criticata quando diventa l’ufficio stampa di un partito, evidenziando come nessuno abbia chiesto ai membri del PD locale cosa ne pensino sul Governo Conte.