Sulle origini del covid-19 indaghi la Procura Penale Internazionale

Fatou Bensouda, il Procuratore Capo presso la Corte Penale Internazionale dell'Aia.

Demos Italia, attiva la Corte Internazionale dell’Aia, per crimini contro l’umanità. I morti per Coronavirus hanno dei responsabili e vanno perseguiti, questa in sintesi la denuncia del movimento politico Demos Italia. L’esposto è firmato da Giancarlo Barra.

DEMOS ITALIA, il Movimento politico generato da DIRPUBBLICA ha presentato un esposto al Procuratore Capo presso la Corte Penale Internazionale affiché si indaghi sulle controverse origini del Covid19. Se, infatti, la Natura non c’entra allora si tratta di un Crimine contro l’Umanità (ma non solo). Pubblichiamo il documento.

“La Verità, infatti, non è costituita dalla sommatoria di molteplici e diversi convincimenti; essa è una ed una sola che può essere accertata solamente da un Organo inquirente internazionale, non scientifico ma imparziale, indipendente e non politico, qual è l’Ufficio retto dalla S.V. illustrissima”.

http://www.movimentodemos.it/single_post.php?post-slug=diffusione-del-virus-covid-19-esposto-ai-sensi-dell-art-5-dello-statuto-della-corte-penale-internazionale


Sono tre le ipotesi plausibili:

1 laboratorio

2 attività con animali selvatici non in sicurezza per evitare passaggio del virus da animale ad uomo e certificato dalla ricerca scientifica

3 gli stati pur essendo stati avvertiti non hanno intrapreso le attività prescritte per contenere la diffusione e la LETALITA’ dei virus.

In foto Fatou Bensouda, il Procuratore Capo presso la Corte Penale Internazionale dell’Aia.