Gli Artigiani trentini apprezzano il Piano Fugatti per la ripresa economica: “Sollecitiamo una rapida approvazione”

L’Associazione Artigiani Trentino esprime apprezzamenti in merito al disegno di legge 55, quello che è stato anche chiamato Ripresa Trentino, chiedendo contestualmente alla Giunta di poter essere coinvolta, una volta che il DDL sarà approvato, nella successive operazioni.

L’Associazione Artigiani Trentino ha voluto sollecitare l’approvazione del sopracitato DDL, affermando di apprezzarlo e di voler collaborare per rispondere alle esigenze di imprese, artigiani e lavoratori in generale.

L’associazione degli artigiani ha poi voluto rimarcare come, dato che diversi interventi previsti nel DDL 55 dovranno essere integrati con successive deliberazioni, sarebbe opportuno che venisse coinvolta costantemente nell’eventuali approvazioni.

Nello specifico l’associazione ha voluto chiedere che siano considerate nelle misure di sostegno al reddito anche le imprese artigiane con più di nove dipendenti, che la riduzione dell’aliquota IMIS segua un’indicazione della Provincia e non sia rimessa alla discrezionalità delle amministrazioni comunali e che le fusioni tra imprese da promuovere anche quando si tratti di imprese senza dipendenti.

Inoltre, è stato chiesto anche che il sostegno al reddito possa essere applicato anche nel caso in cui l’eventuale richiedente maturi i requisiti per la pensione e che venga altresì chiarito se i contributi alle imprese comporteranno una revisione degli incentivi concessi.

Infine l’Associazione Artigiani Trentino ha manifestato la propria contrarietà all’apertura nelle aree produttive di strutture medie di vendita, promuovendo al suo posto che possano essere inserite solamente le realtà al dettaglio sino ad un massimo di 150 metri-quadrati.