Covid19 in Laboratorio? Fauci boccia Pompeo e la Casa Bianca. “Non ci sono prove”

In un’intervista a National Geographic, come rilanciato poche ore fa da Ansa, il massimo esperto americano di malattie infettive e membro della task force della Casa Bianca ha spiegato:

“Se si guarda all’evoluzione del virus nei pipistrelli e a cosa c’è là fuori adesso, le prove scientifiche vanno fortemente nella direzione che il virus non avrebbe potuto essere manipolato artificialmente o deliberatamente“. Secondo Fauci, “guardando all’evoluzione nel tempo tutto indica fortemente che questo virus si è evoluto in natura e poi ha saltato specie“.

Una nuova presa di posizione, quella di Fauci, già al centro delle polemiche e a rischio licenziamento non molto tempo fa per essersi già contrapposto alle direttive della Casa Bianca, che lo fa rimbalzare nuovamente su tutte le testate nazionali ed internazionali.

Sono ‘pazze’ le tesi del segretario di Stato americano Mike Pompeo in merito all’origine in un laboratorio cinese del coronavirus“, ribadite domenica in un’intervista alla Abc. Ma ora la Cina è nel mirino del mondo e Trump, come ricorda Ansa, annuncia un rapporto. I conti non tornano.

Penso che i cinesi abbiano fatto un errore“, ribadisce il Presidente americano. “Hanno cercato di nasconderlo ma non ci sono riusciti“, afferma il presidente americano, precisando che la Cina ha consentito che il coronavirus si diffondesse “nel nostro Paese e in altri paesi. Xi Jinping è un brava persona ma non sarebbe mai dovuto accadere“.