55 casi in più in Trentino, 1 decesso: tra venerdì e sabato maggiori libertà per attività all’aperto!

"Alcune aperture potrebbero essere anticipate all'11 maggio sulle vendite al dettaglio" ha detto Fugatti, se accettano la proposta. Richieste di anticipo anche su ristoranti e altro al 18 di maggio.

Il quotidiano appuntamento con l’aggiornamento dei dati epidemiologici relativi al Covid-19 oggi ci porta delle notizie confortanti: sono solo 3 i nuovi casi di malattia, mentre sono 52 i casi rilevati con i tamponi, ha detto l’Assessore alla salute Stefania Segnana, per un totale di 55. Sono scese a 99 le persone ricoverate in nosocomio, i casi gravi sono 11 e consistono in 5 persone in intensive a Rovereto e 6 a Trento.

Sono 3670 i tamponi effettuati in due giorni ha detto il Presidente Maurizio Fugatti: “che ci portano in cima alla classifica” come si evince dalla tabella del Corriere della Sera portata in conferenza.

Tabella tamponi per 100 mila abitanti

Il Trentino invece si trova in fondo alla classifica per quanto concerne il fattore contagio e trasmissibilità, che dimostra che il Trentino ha rispettato molto le regole del distanziamento sociale e della quarantena.

Tabella Rt 0.42 per il TAA

“Ieri abbiamo firmato un’ordinanza per dare maggiore azione a ristoranti e bar per vendite all’esterno.” Ha detto Fugatti, ma il CONTAGIO STABILIZZATO consente di fare qualche piccolo passo avanti, visto che la NUOVA classificazione sta dando importanza a chi si ammala negli ultimi 5 giorni, che per il Trentino significa assolutamente un’incidenza piccolissima. La vecchia classificazione rimane in essere per il monitoraggio epidemico.

CASSA INTEGRAZIONE – L’INPS di Trento è stato molto sollecitato, le richieste sono state molte e i lavoratori sono in una situazione di oggettiva difficoltà.

MOTORE DI RICERCA – Per avere delle informazioni relative alle ordinanze – come si evince dal motore di ricerca di Delta Informatica – è stato messo in piedi un database per trovare informazioni su quanto di interesse. La foto di copertina riporta il sito dove cercare “Convivere Con Covid”.

VOUCHER – Sono riservati come Buoni di Servizio per le famiglie che non hanno nessun famigliare che si occupi dei figli, mentre per tutti gli altri casi esistono misure nazionali che sono fruibili. Il limite degli educatori che si sono potuti trovare a disposizione sono locali e limitati alle misure locali.

PLASMA – “Grazie alla collaborazione con AVIS si stanno mobilitando i donatori per la donazione del plasma, per avere una Banca del Plasma, per poter attivare la macchina e poter curare i pazienti prossimamente. Un atto d’amore” ha detto l’Assessore Segnana. Il protocollo è già stato predisposto ed ora è in attesa delle autorizzazioni, poiché il Comitato Etico deve valutarne le compatiblità.

CASA DELLA SALUTE DI ALA – Sarà inaugurata la “Casa di Transito” sabato mattina, per ospitare le persone da ospitare in RSA per una quarantena di prevenzione pre inserimento nelle strutture definitive.

TEST SIEROLOGICI – “In questo momento nei laboratori vengono effettuati dei test che non sono riconosciuti come validi per il SSN” ha detto il dott. Giancarlo Ruscitti, Azienda sanitaria di Trento.

I dati di oggi non possono farci dimenticare i momenti bui che abbiamo avuto, questo virus è così nuovo e così strano che non possiamo dire con certezza che non tornerà nei prossimi mesi. Siamo in apertura ma facciamolo con responsabilità. Mi sento di dire di fare molta attenzione, di essere respomsabili, di avere il maggior possibile controllo della distanza tra le persone, uso della mascherina. Nessuno ci sta dicendo che il Covid non tornerà, anzi ci stanno dicendo il contrario. Possiamo dare queste maggiori aperture perché siamo responsabili. Ieri sono state controllate 2674 persone, di cui 36 sanzionati.” Ha detto il Presidente Maurizio Fugatti. “Le regole devono essere ancora rispettate!