Cigo, Aso, Cigd e Cisoa con Iban errati liquidati con bonifico domiciliato

Chi ha compilato male riceverà il pagamento in PosTel, Aiuti: Tariffe energia piatte in Trentino.

Le prestazioni di integrazione salariale a pagamento diretto, Cassa integrazione ordinaria, Assegno ordinario, Cassa integrazione in deroga e Cassa intergrazione speciale operai agricoli (Cigo,Aso,Cigd,Cisoa), saranno pagate con bonifico domiciliato presso Poste Italiane nel caso in cui l’Iban comunicato con la domanda non sia esatto.

È quanto deciso dall’Istituto per velocizzare i pagamenti di Cigo, Aso, Cigd e Cisoa
quando l’Iban indicato dal datore di lavoro nella domanda non è corretto perché il codice fiscale del beneficiario della prestazione non corrisponde a quello del titolare del conto corrente o carta ricaricabile, oppure quando le coordinate bancarie sono formulate in modo errato.
Si tratta di errori che determinano ritardi nel pagamento della prestazione, perché comportano la necessità di variare la domanda già presentata. In questi casi, infatti, occorre richiedere all’azienda o all’intermediario della stessa la correzione, e spesso è necessario contattare nuovamente il lavoratore per rettificare i dati originariamente forniti.

INPS LIQUIDAZIONE POSTEL – Nella situazione emergenziale in atto, in considerazione della necessità di rendere disponibili al lavoratore le somme dell’integrazione salariale nel più breve tempo possibile, in presenza di errori nell’indicazione dell’Iban, il pagamento verrà effettuato senza la sua correzione, mediante bonifico domiciliato.
Una volta disposto il bonifico, il lavoratore riceverà un SMS di notifica del pagamento e poi la comunicazione di liquidazione inviata da POSTEL al suo indirizzo di residenza o domicilio. Con la comunicazione il beneficiario potrà recarsi a riscuotere l’integrazione salariale presso qualsiasi ufficio postale del territorio nazionale con un proprio valido documento di identità e un documento attestante il codice fiscale.

DOLOMITI ENERGIA COSTI BOLLETTE – Dolomiti Energia prosegue con le iniziative a favore dei propri clienti. La società proroga per tutto il mese di maggio 2020 e applica ai propri clienti residenziali sul mercato libero in tutta Italia le tariffe notturne per tutte le 24 ore. Anche in questo caso il cliente non dovrà occuparsi di nulla, verrà applicata in automatico.

L’iniziativa vale per le fatture del mese di maggio 2020 soggette a tariffazione bioraria e sarà un altro importante contributo da parte di Dolomiti Energia SpA per mitigare i costi dei cittadini italiani che si trovano a dover far fronte all’attuale difficile situazione economica.

ELEVATE, IL PORTALE DELLE ORDINANZE – L’informazione è stata determinante per fronteggiare la pandemia di Coronavirus. Agli strumenti già attivi si aggiunge ora un motore di ricerca, Elevate, che consente di conoscere in maniera semplice e diretta cosa prevedono  le ordinanze provinciali nelle diverse materie. Migliorano ancora nel frattempo i dati sul contagio. Nuove aperture sono previste per il fine settimana.

APPALTI PUBBLICI – Appalti pubblici: per le urgenze possibile un commissario ad acta
Fare presto, fare bene con l’obiettivo di proteggere non solo la salute ma anche l’economia. È questo il senso dell’emendamento che la Giunta provinciale di Trento ha presentato oggi al proprio disegno di legge sulle misure urgenti anti Covid ormai in procinto di approdare in aula.
L’obiettivo è quello di consentire di individuare soggetti che possano, in una logica di supervisione, dare impulso alle procedure. Un acceleratore cioè per portare al traguardo commesse pubbliche oggi più che mai indispensabili per riavviare il sistema economico trentino dopo i pesanti contraccolpi dell’emergenza Coronavirus.

UNIVERSITA’ DI TRENTO: TAMPONI E DIVULGAZIONE SCIENTIFICA – L’impegno dell’Università di Trento nella lotta alla pandemia, infatti, ha tante facce. Progetti di ricerca, servizi al territorio e iniziative di divulgazione scientifica che vengono presentati nella pagina “UniTrento versus Covid-19”, online da oggi e che si andrà ad arricchire anche nei prossimi giorni con ulteriori azioni che coinvolgono l’Ateneo.


I progetti di ricerca dall’Università di Trento sono condotti in aree disciplinari diverse: dall’informatica alla giurisprudenza, dalla matematica alla biologia, dalla fisica all’ingegneria. L’Università di Trento è capofila nella diagnosi a ultrasuoni (con il Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione); cura il Dossier Coronavirus Italia, raccolta aggiornata quotidianamente degli atti e dei documenti sull’epidemia (con il progetto BioDiritto); è attiva nella ricerca su vaccino e terapie (con il Dipartimento Cibio); partecipa a simulazioni biomolecolari e urgent computing (attraverso Sibylla Biotech, spin-off sviluppato con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e l’Università di Perugia); studia e combatte la pandemia con la matematica; verifica le mascherine chirurgiche contro Covid-19 (nel Laboratorio trentino associato per i test di efficacia e sicurezza attivato con l’Azienda provinciale per i servizi sanitari).
Un altro capitolo riguarda i servizi al territorio: in primis la campagna tamponi, appunto, ma anche il monitoraggio cartografico del contagio (con il GeCo, Centro geo-cartografico di studio e documentazione, nato da una partnership tra Università di Trento, Provincia autonoma di Trento e Comune di Rovereto) attraverso cui dà il proprio contributo nella gestione della pandemia e l’automazione dell’analisi dei test per la Covid-19 grazie ai sistemi robotici messi a punto da Robosense (start up del Dipartimento di Ingegneria industriale di UniTrento). Ci sono, inoltre, la partecipazione di docenti ai gruppi di lavoro istituiti dalla Provincia autonoma di Trento, il supporto a distanza offerto a singoli e famiglie dal Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive dell’Ateneo, le misure adottate fin da subito da UniTrento per contrastare e contenere il contagio nella comunità studentesca e tra il personale docente e tecnico-amministrativo, il milione stanziato dal Consiglio di amministrazione dell’Università per far fronte all’emergenza con il sostegno a linee di ricerca dedicate, la raccolta fondi promossa dalle associazioni studentesche dell’Ateneo a favore della terapia intensiva e la distribuzione di mascherine per studenti e studentesse fuori sede.

TRASPORTI PUBBLICI – Da lunedì 11 maggio si conclude il periodo di gratuità applicato sui servizi di trasporto pubblico, bus corriere e treni e saranno attivate una serie di novità. Tra queste l’applicazione della nuova tariffa fissa extraurbana di 2 euro (1,80 euro con App su smartphone) per tutti i percorsi, mentre rimarranno invariate le tariffe per i biglietti urbani.

CASTELLO DEL BUONCONSIGLIO, GOTICO

Non sarà più possibile l’acquisto dei biglietti a bordo né su urbano né su extraurbano. Tutti gli utenti dovranno quindi salire sui mezzi del trasporto pubblico locale già muniti di uno dei seguenti titolo di viaggio: abbonamento valido, biglietto acquistato su smartphone con le APP accreditate (openmove o dropticket), la tessera a scalare nominativa o anonima o il biglietto di corsa semplice (acquistato in biglietteria o presso self service, o nelle rivendite tabacchi per il servizio urbano).

Per garantire all’utenza extraurbana in salita da fermate di periferia e prive di biglietteria la possibilità di acquisire il titolo di viaggio sono state diffuse presso le Famiglie Cooperative di paese convenzionate le carte a scalare precaricate da 10 euro. L’utente potrà così salire sulla corriera, validare la tessera ed il sistema scalerà dalla tessera 2 euro, indistintamente ed indipendentemente dalla lunghezza del viaggio. La carta scalare è acquistabile inoltre presso le Biglietterie di Trentino trasporti e Trenitalia al costo di 1 euro.

BIKE SHARING – Il servizio di Bike Sharing E-Motion della Provincia autonoma di Trento si arricchisce di un nuovo strumento: è infatti disponibile la nuova APP BicinCIttà. Attraverso l’applicazione si potrà comodamente acquistare e ricaricare e prelevare la bicicletta direttamente dal proprio cellulare. Disponibile per Android e iOS, l’APP BicinCIttà è scaricabile gratuitamente dagli Store. In occasione di questa nuova iniziativa è previsto uno sconto di 5 euro per chi si iscriverà al servizio entro il 31 maggio 2020, inserendo il codice 8I1Z9LED5C.