Cesare Battisti chiede gli arresti domiciliari. Cdm, ok a dl “scarcerazioni boss”

Il Consiglio dei ministri, come riportato dalla Rai, ha approvato il dl sulle scarcerazioni. Probabilmente per mettere una toppa, dopo le numerose polemiche circa le norme anti covid che hanno permesso a 200 giudici la scarcerazione di 376 boss, al “pasticcio” Bonafede&Co. Il ‘decreto legge Boss’ disciplinerà le nuove regole legate alla pandemia da Covid-19.

Nel dl (7 articoli): “una prima valutazione del tribunale di sorveglianza dopo 15 giorni dal provvedimento di scarcerazione legato al Coronavirus. Poi, il tribunale di sorveglianza, sentito il parere del procuratore distrettuale antimafia e del procuratore nazionale antiterrorismo,verificherà, con cadenza mensile, se persistono le condizioni per la scarcerazione”.

Nel frattempo anche l’ex terrorista Cesare Battisti, riportato in Italia, nel carcere di Oristano, e sottoposto all’ergastolo per aver commesso quattro omicidi, ha chiesto gli arresti domiciliari. Secondo il suo legale Davide Steccanella la richiesta è stata avanzata in settimana. “Teme il contagio. Da un anno e mezzo è l’unico in isolamento di alta sicurezza e da allora non vede parenti”, ha detto.