Baracetti al fianco delle piccole attività di Trento

Riparte la campagna elettorale – ovviamente in regime da Fase 2 e senza sicurezza su quanto avverrà – del candidato Sindaco del centrodestra, Alessandro Baracetti, che quest’oggi si è mosso in due distinte direzioni a sostegno dei negozi e delle attività di Trento.

Trento e il Trentino riaprono il commercio al dettaglio a partire da venerdì 15 maggio” scrive Baracetti. “Lunedì 18 riapriranno anche ristoranti, bar e servizi alla persona. La decisione del Presidente Fugatti è significativa: alzare la saracinesca significa poter riprendere a vivere” prosegue, elogiando la decisione assunta dal Presidente della Provincia Autonoma di Trento.

L’apertura, al contempo, è una sfida che ci coinvolge tutti. Guardiamo avanti e aiutiamoci a riprendere con responsabilità reciproca. Buon lavoro!” afferma in chiusura di un suo post su Facebook il candidato Sindaco del centrodestra. In sostanza, una chiara strizzata d’occhio verso il mondo dei piccoli commercianti e delle attività produttive.

Ma Baracetti non si è limitato a un semplice post: l’avvocato è anche sceso in strada a manifestare insieme a una delegazione della Lega Nord Trento, della quale facevano parte anche i Consiglieri provinciali Devid Moranduzzo e Katia Rossato e la Consigliera comunale Bruna Giuliani. La manifestazione, indetta per protestare contro le decisioni della SAIT per quanto riguarda i panificatori trentini, ha visto quindi anche l’appoggio del candidato Sindaco.

Reggendo un cartello dal semplice slogan “I trentini sono sorpresi e indignati. Sait ripensaci. Solidarietà ai panificatori trentini“, Baracetti ha di fatto dato un nuovo via alla sua campagna elettorale: una maggior presenza della Lega, l’individuazione di un chiaro elettorato – ovvero i commercianti e i piccoli artigiani – e soprattutto la presenza per le vie di Trento. Un colpo di coda contro tutte le voci negative.