De Luca: “I congiunti fuori regione non ci devono dare fastidio”

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante il forum ANSA, Roma, 27 giugno 2019. ANSA/ETTORE FERRARI

Uno degli argomenti che sta caratterizzando maggiormente l’attenzione mediatica nostrana è senza dubbio quello relativo agli spostamenti tra le regioni, ad oggi, ancora vietati.

Nelle intenzioni del Governo, come specificato direttamente dal Premier Conte durante la sua ultima conferenza stampa, vi è la ferma volontà di impedirli almeno sino al prossimo 3 giugno, con buona pace di chi ha affetti stabili al di fuori della propria regione, costretto ad aspettare ancora prima di riabbracciare i propri cari.

Nonostante questo però, alcuni Governatori delle Nord (tra cui Maurizio Fugatti, Luca Zaia, Attilio Fontana e Stefano Bonaccini) vorrebbero anticipare questa possibilità al prossimo 18 maggio. Tale eventualità è stata fortemente rigettata dal Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che all’interno dell’ormai consueta conferenza stampa del venerdì ha espresso la propria totale contrarietà.

Vincenzo De Luca ha mostrato di non essere per nulla d’accordo con i colleghi del nord, affermando: “Le misure di controllo ai caselli autostradali, alle ferrovie, agli imbarchi dei traghetti, alle stazioni ferroviarie e a Capodichino rimarranno in vigore per un’altro mese, fino almeno a fine maggio. Per tentare, per quanto possibile, di tutelare il nostro territorio e la nostra comunità”.

Per chi ha congiunti all’interno della Regione Campania e vive al di fuori e per i campani che hanno affetti fuori regione, il calvario della lontananza sembra destinato a durare ancora a lungo, con il Presidente De Luca che non sembra per nulla intenzionato a mollare la presa.