Bisesti: “Le candidature per il comune di Trento si decidono a Trento e non a Roma”

Una frase sintetica e che non lascia interpretazioni di sorta: “Le candidature per il comune di Trento si decidono a Trento e non a Roma”. A dirlo il Segretario nazionale della Lega Salvini Trentino, Mirko Bisesti, che in modo chiaro e netto chiude ogni possibile discussione a livello nazionale di candidature per le prossime elezioni comunali.

Biancofiore poche ore prima aveva detto: “Sarò pertanto importante sedersi al più presto ad un tavolo provinciale e nazionale, per portare alla vittoria più comuni possibili e a maggior ragione quelli più grandi come ad esempio Trento, Rovereto e Riva del Garda, spegnendo sul nascere i sogni di rivincita delle forze di centro sinistra”.

Un forte messaggio autonomista da parte del Segretario della Lega che in questi giorni sta discutendo anche con Roma per quanto riguarda la sospensione dell’Accordo di Milano e dei seguenti accordi così come la negoziazione con il governo per le riaperture.

Nei giorni scorsi, ritornando alla questione comunali, il nome di Baracetti era stato messo in dubbio da Claudio Cia e da Agire per il Trentino. Sul tavolo la delicata questione inerente la presunta lista del candidato Sindaco, una lista che di sicuro potrebbe dare problemi alle altre civiche territoriali.