Ancora scontri tra U.S.A. e Cina sull’OMS. Trump minaccia di sospendere i finanziamenti

Continua lo scontro a distanza tra Stati Uniti e Cina sul coronavirus, dopo le pesanti dichiarazioni del Segretario di Stato U.S.A, Mike Pompeo, a gettare benzina sul fuoco sono arrivate le ultime dichiarazioni del Presidente Donald Trump.

Come riportaANSA, il Tycoon attraverso il suo profilo twitter ha reso noto di aver inviato una lettera all’Organizzazione Mondiale della Sanità lamentando la cattiva gestione dell’emergenza coronavirus e la troppa vicinanza alle posizioni cinesi, minacciando inoltre di sospendere i finanziamenti e di riconsiderare l’adesione degli U.S.A. all’OMS.

Nello specifico il leader statunitense nella lettera inviata al direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha tuonato: “Se l’Oms non si impegna su sostanziali miglioramenti nei prossimi 30 giorni, renderò definitiva la mia decisione temporanea di sospendere i finanziamenti Usa all’Organizzazione mondiale della sanità e riconsidererò la nostra adesione all’Oms”

Secondo il Tycoon, l’OMS sarebbe stata a conoscenza sin dal 31 dicembre scorso del fatto che vi fossero problemi a Wuhan continuando però a dare giudizi “inaccurati e fuorvianti” sul coronavirus riportando, troppo spesso, le posizioni cinesi, aggiungendo: “La mia amministrazione ha già iniziato le discussioni su come riformare l’Organizzazione. In caso contrario, in assenza di cambiamenti significativi, non permetterò che i dollari dei contribuenti americani continuino a finanziare un’Organizzazione che, allo stato attuale, non sta chiaramente servendo gli interessi dell’America”.

A seguito di queste pesanti accuse la risposta della Cina non si è fatta attendere, con il portavoce del Ministro degli Esteri cineseZhao Lijian, che ha rispedito al mittente le accuse affermando come la lettera di Trump inganni l’opinione pubblica e infanghi il paese asiatico. Per Zhao Lijian tale lettera sarebbe solamente un tentativo di“spostare le colpe dalla risposta maldestra degli Usa alla pandemia”.