Bilaterale Merkel-Macron. L’endorsement di Conte: “500 mld vero punto di svolta”

Stamane il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è tornato a parlare del sostegno ricevuto da Matteo Renzi e Italia Viva, tornando anche a toccare temi molto delicati come il Mes e il suo possibile utilizzo da parte dell’Italia.

Come riportato da ANSA, il Premier ha evidenziato come il sostegno di Matteo Renzi al Governo sia stata una decisione importante, aggiungendo inoltre come l’accordo non sia stato trovato “grazie ad accordi su rimpasti di governo a favore di esponenti di Italia viva” ma che comunque il Governo accoglierà le proposte di Italia Viva su infrastrutture e family act, due temi che stanno molto a cuore all’esecutivo.

In un altro passo del suo intervento Giuseppe Conte è tornato a parlare del Mes, ribadendo la sua contrarietà all’utilizzo: “non è il mio obiettivo anche per una questione di consistenza, al di là delle condizionalità e delle sensibilità politiche interne”. Il Premier ha chiarito come per lui il vero punto di svolta saranno i 500 miliardi a fondo perduto da Francia e Germania, aggiungendo poi: “la Commissione può fare ancora meglio”.

Infine, il Presidente del Consiglio ha parlato anche delle tensioni sociali che attualmente stanno attraversando l’Italia, affermando come gli italiani, nonostante la sofferenza e le difficoltà, stiano agendo con grande responsabilità e capacità di reagire.

Prima di concludere Giuseppe Conte si è espresso anche in merito alle tensioni con il centrodestra, e con la Lega in particolare, rimarcando l’importanza di un dialogo costruttivo: “Ora c’è il decreto rilancio, sta alle opposizioni attivarsi perché questo dialogo sia costruttivo”.