Elena Testor torna in Lega. La soddisfazione di Bisesti: “segnale che Lega è in ottima salute”

E’ un vero e proprio ritorno quello della Senatrice Elena Testor tra le file della Lega Salvini Premier, dopo essere stata eletta nel 2018, nel collegio di Pergine Valsugana, con la lista di Forza Italia. Per Elena Testor fondamentalmente è stato un ritorno alle origini dopo che, nel lontano 2013, era stata candidata alla Camera dei Deputati proprio con la lista della Lega.

Sul rientro della senatrice nativa di Cavalese, è intervenuto direttamente il Segretario di Lega Salvini Trentino, Mirko Bisesti. Bisesti non ha trattenuto la propria soddisfazione dichiarando: “Questo ritorno a casa è un segno di apprezzamento verso il lavoro della Lega e di Salvini a Roma e delle battaglie e del buongoverno della Giunta Fugatti in Trentino”.

Proseguendo nel suo intervento il Segretario di Lega Salvini Trentino ha ricordato come la Lega sia la forza che difende davvero l’autonomia trentina, aggiungendo come il ritorno di Elena Testor sia motivo d’orgoglio per tutti i membri del partito guidato da Matteo Salvini.

Sottolineando come nei prossimi giorni verrà organizzata una conferenza stampa che ufficializzerà il passaggio, Mirko Bisesti ha poi concluso: “Si tratta di un ulteriore segnale che la Lega è in ottima salute e non ci sono assolutamente screzi con Forza Italia, rispettiamo ed accogliamo la volontà personale e politica di una donna che è sempre stata vicina alla Lega”.

“Un bentornato di cuore alla Senatrice Elena Testor nella Lega. Abbiamo sempre apprezzato il suo lavoro svolto al Senato così come la sua particolare attenzione e sensibilità alle istanze del territorio come per quanto riguarda, per esempio, la questione inerente l’Ospedale di Cavalese, la promozione turistica delle nostre valli e le sfide che attendono il nostro territorio con le Olimpiadi invernali del 2026. Nei fatti piena sintonia con lei. Oggi la pattuglia di Parlamentari della Lega Salvini Trentino si allarga con la sua prima senatrice. Benvenuta e buon lavoro Senatrice!” E’ quanto ha detto il Consigliere Gianluca Cavada in serata.

Elena Testor, senatrice, in questo periodo di crisi causata dall’emergenza Covid-19 si è impegnata particolarmente per i diritti economici e sociali della sua terra, con un grande riavvicinamento alle problematiche del territorio, non ultimo il suo impegno – proprio ieri – per scongiurare l’isolamento del Trentino, che ha un livello di contagio inferiore alla Lombardia ma superiore al Veneto e risulterebbe chiuso anche a nord se l’Austria non si ravvede.

“Ho chiesto con un’ interrogazione al Ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, di porre fine alla grave discriminazione che si starebbe registrando nelle misure che Germania e Austria sarebbero pronte ad adottare, con un  accordo bilaterale, per riaprire le frontiere tra loro, mantenendo invece la chiusura nei confronti dell’Italia. Tutto ciò avrebbe effetti devastanti  sulla regione transfrontaliera Euregio che, tagliata in due, impedirebbe  la libera circolazione tra Tirolo, Provincia autonoma di Trento e Provincia autonoma di Bolzano – Alto Adige Südtirol. La mancata riapertura delle frontiere tra vari Stati risulterebbe molto penalizzante per il Trentino e conseguentemente per tutto il Valico del Brennero, da cui dipende un ecosistema cruciale per l’Italia intera, che interessa non solo scambi commerciali ma anche la libera circolazione delle persone e quindi dei turisti.”


.