Caso Open Arms. Vauro: “Assurdo che Salvini non vada a processo”

photocredit: la7

La Giunta per le elezioni e l’immunità del Senato stamane ha negato l’autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini per la vicenda relativa al “caso Open Arms”.

La notizia ha provocato numerose discussioni soprattutto per la decisione di Italia Viva di non partecipare al voto dato che nell’agosto del 2019 “le sue decisioni furono avvallate dal Governo”.

La decisione della Giunta per le elezioni e l’immunità del Senato ha creato qualche malumore, su tutti spicca l’intervento del vignettista Vauro Senesi che, come riportato da Agenpress, ha espressotutte le proprie perplessità sulla vicenda.

Che Salvini per un reato come il sequestro di persona non vada a processo mi sembra assurdo. Vada! E salti il voto alle Camere come mi sembrava avere inteso volesse fare. Adesso riaprono anche gli stabilimenti balneari. Corra al Papeete, si faccia due mojito e vediamo come va” ha tuonato il vignettista pistoiese.

L’artista toscano, ironicamente, ha affermato di non capire come mai quando un politico risulta indiziato, mandarlo a processo sembra essere come mandarlo al rogoVauro ha inoltre dichiarato come, in Italia, i veri scandali siano altri come le persone da anni in carcere senza essere state ancora processate o le stragi rimaste senza colpevoli.

Dovrei scandalizzarmi se Salvini potrebbe essere processato?” ha infine concluso Vauro Senesi.