“Che coglione, possiamo dirlo?” Così un interprete del Parlamento Europeo sul leghista Ciocca

Ha dell’incredibile quanto accaduto in commissione Agricoltura al Parlamento Europeo durante un intervento video dell’europarlamentare della Lega, Angelo Ciocca, vittima di pesanti offese da parte di un (per ora sconosciuto) interprete.

La vicenda, riportata integralmente sul profilo Twitter dello stesso eurodeputato, ha visto protagonista un traduttore del Parlamento Europeo che, probabilmente dimenticandosi di avere il microfono acceso si è lasciato andare a pesanti ingiurie nei confronti di Angelo Ciocca, che in quel momento stava iniziando il suo intervento.

“Che coglione, possiamo dirlo?” questo in sintesi il contenuto delle gravi ingiurie perpetrate ai danni di Angelo Ciocca.

Questo gravissimo gesto, ha lasciato indignato l’eurodeputato della Lega che, sempre attraverso il suo profilo Twitter e Instagram, si è lasciato andare ad un duro sfogo: “Parole VERGOGNOSE, OFFENSIVE!! Questo è il clima di odio che creano i BENPENSANTI che ci accusano! Io, per aver detto la verità sulla #TURCHIA, sono stato sospeso! Lui?”.

In attesa di vedere quali provvedimenti verranno presi nei confronti di questo volgare traduttore, rimane il fatto che questo gravissimo gesto non può rimanere impunito.