La morte di George Floyd: avvenuta in uno Stato governato dalla Sinistra

La morte di George Floyd? Avvenuta in una città e in uno stato governato dalla sinistra del Partito Democratico. Mentre in queste ultime ore montano le proteste contro il Presidente Trump, sfugge a tutti il fatto che la sua morte sia avvenuta all’interno di uno stato retto dai dem e non certamente in un contesto dove a governare ci sono Repubblicani con tendenze razziste.

Del resto va bene così: la campagna elettorale per le Presidenziali del 2020 deve portare alla vittoria dei democratici e Trump in questi anni si è fatto troppi nemici. Primo tra tutti la Cina che deve a ogni costo far fugare l’attenzione internazionale sull’emergenza Covid-19.

Così poco importa se George Floyd fosse affetto da Covid-19 anche se asintomatico, conta combattere il “ben più temibile” virus del razzismo. Solo che il razzismo albeggia in uno Stato retto da quella sinistra che erge a suo baluardo figure come quelle di Obama, Premio Nobel della Pace ben prima di aver iniziato la sua amministrazione.

A ciò si aggiunge il fatto che a commettere il fatto sia la polizia locale, la State police che ha giurisdizione esclusivamente in un determinato Stato, al di fuori della giurisdizione della contea dello sceriffo (con eccezione del Vermont). Gli agenti – detti anche state troopers – dispongono una propria autonomia per condurre attività di contrasto alla criminalità e di indagini nel campo del diritto penale, ponendosi dunque in una posizione intermedia tra gli uffici degli sceriffi, con competenza sul territorio di una contea, e le agenzie federali aventi competenza sull’intero territorio statunitense. 

Tra i compiti si possono ricordare: il rispetto delle leggi sul traffico su strade statali e autostrade interstatali, sovrintendere alla sicurezza del governo statale, proteggendo il governatore, la formazione di nuovi agenti per la polizia locale per i comuni troppo piccoli per avere una propria accademia di polizia. Fornisce inoltre servizi di supporto tecnologico e scientifico, e di coordinamento multigiurisdizionale delle forze locali di polizia in casi gravi in quegli stati membri che concedono poteri di polizia pieni in tutto il loro territorio.

Queste polizie possono collaborare con diversi dipartimenti statali come per il pattugliamento marino (Marine patrol), sotto il controllo del Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti d’America.

Insomma, uno scarso successo per la società multietnica proposta negli USA dai dem.