Lavoratori stagionali in Trentino, chi li chiama?

Una moltitudine di domande e l'Agenzia del Lavoro non risponde

Allo scopo di dare risposta alle difficoltà manifestate dal mondo agricolo in merito alla ricerca di lavoratori stagionali, lo scorso marzo, su proposta dell’assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro e dell’assessora all’agricoltura, foreste, caccia e pesca, è stata riproposta una raccolta di candidature per le attività stagionali estive nel campo dell’agricoltura.

L’Agenzia del Lavoro, in collaborazione con le Associazioni di categoria dell’Agricoltura, ha avviato quindi la raccolta di candidature. L’iscrizione alla lista offre la possibilità alle persone in cerca di lavoro nel settore agricolo di essere segnalate e contattate dagli imprenditori agricoli in cerca di personale. Gli ambiti occupazionali riguardano la raccolta della frutta e la vendemmia, la coltivazione di frutteti e vigneti, l’allevamento e cura del bestiame ed, infine, la raccolta dei piccoli frutti. La candidatura viene segnalata alle Associazioni di categoria degli agricoltori e agli imprenditori agricoli e consente al candidato di effettuare dei colloqui di lavoro, di accedere ad eventuali corsi di formazione specifici al fine di potenziare le proprie competenze professionali e/o di partecipare a giornate di reclutamento (Career day).

Risulta alla scrivente che molte persone si sono candidate, ma senza ricevere risposta. Questo appare quantomeno strano perché già da qualche mese gli agricoltori hanno fatto pressione per avere a disposizione un alto numero di manodopera.

Lucia Coppola

Consigliera provinciale di Futura