Berlato (FdI): “Grazie all’incompetenza del Governo, la Mafia dilaga”

Anche l’Eurodeputato Sergio Berlato, in quota Fratelli d’Italia, evidenzia la presenza significativa delle mafie nel Nord-Est, dopo le operazioni delle Forze dell’Ordine che hanno sgominato diverse cellule criminali anche in Trentino. Secondo il parlamentare europeo, la causa dell’aumento di questi malavitosi è dovuto all’abbandono del territorio da parte delle Istituzioni.

Pare che queste cellule malavitose riescano a insediarsi all’interno del territorio proprio grazie alla situazione disastrosa in cui versano le nostre imprese” sostiene Berlato, portando l’esempio di Verona dove diversi imprenditori, messi in ginocchio dalla crisi causata dal Coronavirus, si sono visti costretti a rivolgersi agli strozzini per sopravvivere, ottenendo prestiti tramite un giro di fatture false.

In Trentino il discorso è diverso” sottolinea l’Eurodeputato. “Le cellule malavitose trovano ampio spazio grazi al dilagare della criminalità. I cittadini spaventati, invece di rivolgersi alle Forze dell’Ordine che molto spesso hanno le mani legate, si rivolgono ai mafiosi per ottenere protezione“.

Un quadro desolante, quello presentato da Berlato, che si chiede dove sia lo Stato. “La domanda sorge spontanea ed è opportuno che il Governo intervenga per non lasciare spazio a situazioni come quelle appena descritte. Lo Stato – conclude – dovrebbe essere garante per la sicurezza dei cittadini, invece la mancanza di un suo intervento omogeneo e tempestivo si traduce in un fattore determinante per il divulgarsi della malavita“.