Arrestato il compagno di Silvia Provvedi, cantante delle Donatella. Apparteneva alla ‘Ndrangheta

Lei lo chiamava “Malefix“, ieri è stato arrestato. Silvia Provvedi, cantante del duo musicale “Le Donatella” ha visto finire in manette il suo compagno, padre di sua figlia, dopo una maxi-retata della Procura Antimafia, che ha arrestato più di venti persone tra Reggio Calabria, Milano, Como, Napoli, Pesaro, Urbino e Roma.

Giorgetto De Stefano, compagno della Provvedi, è infatti – secondo la ricostruzione che fornisce La Repubblica – figlio illegittimo del boss Don Paolino De Stefano, riconosciuto però come “di famiglia” dai fratellastri, che gli hanno così concesso un ruolo di peso negli affari criminali di famiglia.

De Stefano si trovava al Nord Italia con lo scopo di far girare i soldi di famiglia, facendo la bella vita e frequentando il jet set presentandosi come giovane imprenditore. Era anche diventato proprietario del ristorante Oro, frequentato da vip e calciatori e di recente era diventato padre di Nicole, avuta proprio da Silvia Provvedi.

Non sono molto frequenti foto della coppia, data una certa “riservatezza” di De Stefano. Di lui fino a qualche tempo fa si sapeva solo il soprannome datogli dalla Provvedi, ovvero “Malefix“, mentre adesso si sa che pende su di lui un’ordinanza di custodia cautelare con l’accusa di associazione mafiosa, estorsione, detenzione e porto illegale di armi, con l’aggravante del metodo e dell’agevolazione mafiosi.