Caos alla Camera. Sgarbi portato a forza fuori dall’aula

Vittorio Sgarbi è tornato prepotentemente a caratterizzare la scena politica italiana, questa volta per essere stato espulso dall’aula di Montecitorio durante l’esame del Decreto Giustizia.

Come riporta ANSA, Vittorio Sgarbiè stato allontanato dall’aula per aver insultato alcuni deputati mentre erano in atto le discussioni inerenti al caos procure.

Sgarbi, prima di essere portato via a forza dai commessi, era stato redarguito dalla vicepresidente del Senato, Mara Carfagna, che gli aveva intimato: “Non può offendere i suoi colleghi, non può pronunciare parolacce”, sottolineando poi come lo stesso Sgarbi avesse pronunciato parole irripetibili nei confronti delle donne e della stessa Carfagna.

A scatenare l’ira di Sgarbi sarebbe stato l’intervento della deputata Giusi Bartolozzi di Forza Italia, rea di aver difeso con le sue parole la figura dei magistrati.

La bagarre è proseguita con lo stesso Vittorio Sgarbi che non voleva abbandonare l’emiciclo, situazione che ha costretto il personale ad intervenire e a portarlo via con la forza.