Knoll (STFH): “Commissione d’inchiesta e SVP: cosa si nasconde nello scandalo mascherine?”

E’ probabile che la SVP tema lo scandalo delle mascherine e che i leader politici possano essere tenuti a rendere conto in futuro. Non c’è alcun altro valido motivo, spiegazione, nel fatto che la stessa ISPE abbia la chiara intenzione di porre fine alla commissione d’inchiesta nel Landtag per evitare ulteriori indagini.
La domanda sorge spontanea: quanta sporcizia devi avere se vuoi impedire che una commissione d’inchiesta del Landtag indaghi?
E’ per via del fatto che ieri la SVP ha chiesto al Landtag che la commissione d’inchiesta cessasse i suoi lavori fino a quando la Procura non abbia completato l’indagine. Secondo quest’ultima anche medici, infermieri, dipendenti nazionali non devono essere oggetto di interrogazione. L’SVP sta probabilmente cercando di impedire chiarimenti e sta prendendo tempo, in modo da non trovarsi di fronte alla scoperta dello scandalo maschera poco prima delle elezioni comunali, e l’SVP probabilmente spera anche che la popolazione avrà dimenticato lo scandalo in pochi mesi.
Con la scusa a buon mercato che si vuole aspettare l’indagine della procura, il governatore Kompatscher non la farà franca, perché l’ufficio legale del Landtag ieri ha chiaramente confermato che non c’è alcuno motivo per sospendere la commissione, visto che in passato sono state fatte anche indagini penali.
E’ proprio il comportamento della SVP che fa pensare che sia meglio procedere, il nostro è un obbligo politico e civile verso gli interessati.
Chi ha la coscienza pulita e non ha nulla da nascondere non deve avere paura di testimoniare davanti alla commissione d’inchiesta.

Sven Knoll SudTyroler Freiheitlichen