Campiglia Marittima. Immigrato uccide un gatto e si mette a cucinarlo sul marciapiede

Ha dell’incredibile quanto accaduto stamattina a Livorno, nei pressi della stazione di Campiglia Marittima, dove un ragazzo, di nazionalità straniera, ha ucciso un gatto e ha iniziato a cucinarlo sul marciapiede.

Nello specifico, come riporta ANSA, il ventunenne dopo aver ucciso il povero animale ha acceso un fuoco sul marciapiede e ha iniziato a cucinarlo. Secondo le prime ricostruzioni il giovane, ai passanti che gli chiedevano cosa stesse facendo, avrebbe risposto di non avere soldi per mangiare.

I Carabinieri, intervenuti a seguito di numerose segnalazioni, hanno ricostruito la vicenda e hanno poi proceduto ad identificare l’autore di questo insano gesto.

Il giovane ventunenne è stato tradotto in Caserma dove verranno fatte i dovuti controlli sulla sua presenza sul suolo italiano e dove dovrà poi rispondere per le sue azioni. 

Il ragazzo è stato infatti denunciato per uccisione di animali in violazione dell’articolo 544 bis del codice penale, quello che punisce chi uccide animali per crudeltà o senza reali necessità.

Sulla vicenda, tra i primi a intervenire, l’eurodeputata leghista – candidata per la Lega alla Presidenza della Regione Toscana, Susanna Ceccardi, seguita a ruota dal collega eurodeputato Angelo Ciocca e il Segretario leghista ed ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

https://twitter.com/AngeloCiocca/status/1277929318052749313