Campiglia Marittima. Immigrato uccide un gatto e si mette a cucinarlo sul marciapiede

Ha dell’incredibile quanto accaduto stamattina a Livorno, nei pressi della stazione di Campiglia Marittima, dove un ragazzo, di nazionalità straniera, ha ucciso un gatto e ha iniziato a cucinarlo sul marciapiede.

Nello specifico, come riporta ANSA, il ventunenne dopo aver ucciso il povero animale ha acceso un fuoco sul marciapiede e ha iniziato a cucinarlo. Secondo le prime ricostruzioni il giovane, ai passanti che gli chiedevano cosa stesse facendo, avrebbe risposto di non avere soldi per mangiare.

I Carabinieri, intervenuti a seguito di numerose segnalazioni, dopo aver ricostruito la vicenda, hanno poi proceduto ad identificare l’autore di questo insano gesto.

Il giovane ventunenne è stato tradotto in Caserma dove verranno fatte i dovuti controlli sulla sua presenza sul suolo italiano e dove dovrà poi rispondere per le sue azioni. 

Il ragazzo è stato infatti denunciato per uccisione di animali in violazione dell’articolo 544 bis del codice penale, quello che punisce chi uccide animali per crudeltà o senza reali necessità.

Sulla vicenda, tra i primi a intervenire, l’eurodeputata leghista – candidata per la Lega alla Presidenza della Regione Toscana, Susanna Ceccardi, seguita a ruota dal collega eurodeputato Angelo Ciocca e il Segretario leghista ed ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

Carlo Alberto Ribaudo

Informazioni su carloalbertoribaudo 203 Articoli
Di Verona, giornalista pubblicista dal 2021. Collabora con Secolo Trentino dal 2017, occupandosi principalmente di Cultura, Società e Politica.