Spray anti-orso. La Provincia Autonoma di Trento favorevole al suo utilizzo

Si ritorna a parlare di spray anti-orso in Provincia Autonoma di Trento dopo che l’argomento era stato messo in discussione anche nel 2017. A farlo il Consigliere del PATT, Lorenzo Ossanna, che nel corso del Consiglio provinciale di oggi ha chiesto la posizione della Giunta in merito all’utilizzo di questo. L’ennesima aggressione a persone, questa volta in Valle di Non, da parte dell’orso sta giustamente sollevando delle forti preoccupazioni nella popolazione e sicuramente fra i potenziali turisti che intendono soggiornare nella nostra Provincia.

Tale dispositivo, idoneo per capacità, contenuto e durata del getto è stato specificamente sviluppato per arrestare o limitare la portata di questi comportamenti dell’animale nei confronti dell’uomo.

L‘Assessore Zanotelli nel corso della risposta alla question time presentata dal Consigliere Ossanna ha risposto: “Nelle scorse settimane è avvenuto un incontro con la questura di Trento per garantire l’utilizzo di questo almeno da parte delle guardie forestali” e ha ricordato come sia volontà della Giunta trovare una soluzione a livello nazionale affinché questo possa essere liberamente commercializzato.

Orso spray è un tipo di spray al pepe che viene utilizzato per dissuadere gli orsi aggressivi , tipicamente in ambienti selvaggi come quello delle foreste del Trentino. Il prodotto, di basso costo, si propone come un valido deterrente per evitare spiacevoli incontri con il plantigrado.

Il suo uso può ridurre le lesioni umane causate dagli orsi e il numero di orsi uccisi da persone in autodifesa. L’orso spray utilizza una sottile nube per ridurre temporaneamente la capacità di un respiro, di vedere e di sentire l’odore, dandovi il tempo di lasciare l’area.

Come usarlo?  In un video del parco di Yellowstone tre dipendenti del parco condividono la loro storia su un incontro sorprendente con un grizzly. Il prodotto viene molto usato in Nord America e non ha mai creato nessun problema per i nostri amici della natura. Perchè allora non commercializzarlo anche in Trentino per evitare così spiacevoli situazioni.

In questo modo si spera di scongiurare eventuali e dannosi attacchi da parte dell’orso.