Baracetti resta candidato Sindaco a Trento per il centrodestra. Anche Urso conferma la sua candidatura

Bisesti tiene unita la coalizione intorno a Baracetti che intanto su Facebook cita l’ex Presidente della Provincia Autonoma di Trento, Carlo Andreotti. Si è svolto infatti stasera un incontro di coalizione a Trento che ha visto la partecipazione per la Lega Salvini Trentino di Mirko Bisesti e di Alessandro Savoi, di Giorgio Leonardi e di Gabriella Maffioletti per Forza Italia, di Adolfo Urso per Fratelli d’Italia, di Barbara Balsamo per gli Autonomisti popolari e di Mattia Gottardi per La Civica.

“Siamo riusciti a incontrarci per la prima volta dal vivo dopo questi mesi di lockdown, mesi in cui la nostra priorità è stata la gestione dell’emergenza legata al Covid-19. Quella di oggi è stata quindi un’occasione di confronto fra le varie forze politiche con la novità della presenza del Senatore Urso quale commissario per FdI. Nessun dubbio sulla figura scelta come candidato Sindaco a Trento. Clima molto positivo nella condivisione del progetto di unità e di allargamento della coalizione in vista dei prossimi appuntamenti elettorali in tutto il Trentino”, ha affermato il Segretario della Lega Mirko Bisesti.

Nel corso della serata poi Baracetti ha scritto su Facebook un forte apprezzamento nei confronti delle parole pronunciate dal Presidente Carlo Andreotti.

“C’è una cosa a cui tengo molto: l’adesione al nostro progetto per le comunali da parte degli autonomisti. È una componente essenziale e fondante. Cosa significa essere autonomisti? Lo dice bene Carlo Andreotti dalla sua pagina Facebook in un post pubblicato ieri (leggetelo se non lo avete ancora fatto). Non basta dichiararsi autonomisti, occorre praticare quotidianamente l’autonomia. Qui si sostanzia la differenza tra gli autonomisti, ora confluiti nel centro sinistra, e gli autonomisti-fiocco di neve, che aderiscono al nostro progetto cittadino”, ha affermato Baracetti che poi ha aggiunto: Carlo Andreotti e gli autonomisti fiocco di neve difendono l’autonomia come idealità e pratica: mi sentirete spesso parlare di ciò perché dobbiamo recuperare il nostro essere comunità, essere orgogliosi e coraggiosi nel difendere la nostra specificità e comportarci da autonomisti ogni giorno”.