Merano: 4 incriminazioni per rissa

Guai in vista per il post sbornia

I militari del Nucleo operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Merano hanno denunciato quattro persone per rissa.

Questa notte poco dopo l’una un uomo ubriaco è entrato in un bar in piazza del teatro a Merano e ha chiesto da bere. La barista ha garbatamente rifiutato la richiesta poiché è vietato somministrare alcolici dopo le ore 01.00 (per ordinanza comunale). Peraltro è pure vietato dal codice penale (art. 691 codice penale) somministrare bevande alcoliche a persona già ubriaca.

L’uomo, già carico di alcool, ha iniziato a ingiuriare e minacciare la barista. Quattro avventori seduti a consumare hanno assistito alla scena e sono giustamente intervenuti in difesa della donna che avrebbe potuto avere la peggio. Dall’interposizione all’alterco e quindi alle mani è stato un attimo. Per fortuna qualcuno ha chiamato il 112 e una delle due pattuglie intervenute era a pochi metri di distanza. Il principio di rissa è stato interrotto. Uno dei quattro avventori però nel parapiglia iniziale si è allontanato alla chetichella (ora i carabinieri stanno per identificarlo).

La dinamica del fatto sarà da chiarire dettagliatamente anche con l’aiuto della barista. Intanto i carabinieri hanno denunciato tutti e quattro i co-rissanti. Si tratta di un quarantatreenne marocchino, un trentatreenne kazaco, un quarantanovenne bellunese e un trentacinquenne senegalese, tutti residenti a Merano. Il marocchino è anche stato medicato presso il locale pronto soccorso e ha avuto una prognosi di due giorni.

Il tempestivo intervento delle due pattuglie del NOR dell’Arma di Merano ha scongiurato un aggravamento della situazione. Fortunatamente l’Arma dei Carabinieri presidia costantemente e senza interruzione di continuità, ventiquattro ore al giorno e sette giorni su sette, il Burgraviato e il suo capoluogo.