Cittadella per studenti alla Albere, Cia (AGIRE)

"Mi congratulo con la società “DoveVivo” per aver colto questa idea scegliendo di investire su Trento"

Apprendo con soddisfazione dai quotidiani locali della notizia che vorrebbe “DoveVivo” (la prima e più grande co-living company in Europa presente in altre nove città italiane) subentrare nella gestione – in seguito all’accordo firmato con Castello Sgr – di cinquanta appartamenti nel quartiere delle Albere con lo scopo di affittarli a studenti e giovani professionisti o ricercatori (168 le stanze a disposizione) con un prezzo all inclusive (comprensivo di utenze, spese di condominio, manutenzione e arredamento) che partirà da 450 euro.

Questa notizia mi rallegra particolarmente, alla luce del fatto che – nel 2016 – proposi con un ordine del giorno la creazione, nel quartiere fantasma delle Albere, di una cittadella per universitari che venne ritirato in seguito ad alcune dichiarazioni contrarie a questa soluzione – sia dall’allora maggioranza di centrosinistra, sia dall’opposizione – e al fatto che venni accusato di voler agevolare/promuovere/premiare una speculazione edilizia. Come spesso accade, tuttavia, il libero mercato è più avanti dell’ente pubblico e sa fiutare una buona idea.

Ecco che allora mi congratulo con la società “DoveVivo” per aver colto questa idea scegliendo di investire su Trento, auspicando che studenti, ricercatori e personale universitario con la loro vitalità ed energia possano rilanciare un quartiere che merita certamente di più di quanto è stato fatto fino ad oggi, con una parte importante della città – anche in riferimento alla possibile movida notturna (tutta da sviluppare) – che negli ultimi anni non ha vissuto, ma ha vivacchiato, in attesa della venuta di un’amministrazione competente in grado di investirvi concretamente.

Claudio Cia
Segretario politico di AGIRE per il Trentino